Mondiale volley maschile, una sconfitta “preziosa” dell’Italia contro la Russia

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Doveva ancora cominciare il big match tanto atteso contro la Russia e gia’ era arrivata una buona notizia per l’Italia del CT Blengini, grazie al momentaneo 2-0 degli Stati Uniti sulla Bulgaria, la partita si sarebbe poi conclusa 3-0, la nostra Nazionale era gia’ aritmeticamente qualificata per la fase finale di Torino.
E’ arrivata la prima sconfitta di questo mondiale contro la Russia per 2-3 ( 25-19, 18-25, 21-25, 25-19, 11-15) la squadra del CT Shliapnikov  ha dimostrato tutto il suo valore. Ci sono sconfitte e sconfitte, questa risulta certamente meno amara visto che con questo risultato la nostra Nazionale ha blindato il primo posto del Pool E.
Certo le sei vittorie consecutive avevano creato il gusto dolce dei tre punti ma alla vigilia di questa partita si sapeva che l’ostacolo sarebbe stato ben diverso da quelli affrontati fino a questo momento.
Ci sono sconfitte e sconfitte come si diceva, la più grande preoccupazione alla vigilia di questo match era di farsi trovare impreparati al primo vero test contro una delle avversarie più forti.
Così non e’ stato anzi, ecco perché ci possiamo portare a casa una sconfitta “preziosa” , sia per i movimenti di classifica che ci hanno assicurato il primo posto nel girone, ma anche e soprattutto perché l’Italia ha dimostrato di esserci.
Arrivare al tie-break , soprattutto risalendo da una situazione di svantaggio nei parziali, l’Italia perdeva 2 set a 1, ci ha fatto vedere che questa squadra può essere in grado di battere chiunque. Ieri sera i russi hanno  avuto qualcosa in più, freddi al quinto set hanno portato a casa una vittoria che volevano .
Quella vittoria l’Italia la cercava soprattutto per fare un regalo allo splendido pubblico di Milano che in questa tre giorni nella quale il Forum di Assago si e’ trasformato nel tempio del volley ha risposto con grandissimo entusiasmo.
Le sconfitte posso essere “preziose” , il concetto di resistenza tanto caro al CT Blengini passa anche attraverso delle battute d’arresto che posso insegnare qualcosa di importante.
Fondamentale sara’ ora per i nostri giocatori convincersi di essere stati in grado di tenere testa a una squadra fortissima come quella russa, resettare e continuare con ancora maggiore entusiasmo il percorso che ci porterà a Torino.
Le dichiarazioni a fine partita di Simone Anzani : ” E’ stata una partita importante che ci ha dato molte indicazioni per capire a che punto siamo arrivati. Penso che il fatto di essercela giocata alla pari contro una squadra fortissima come la Russia sia un segnale molto positivo. La cosa poi più importante e’ aver gia’  ottenuto il primo posto nel girone e la qualificazione per la fase di Torino: lì vedremo quello che verra’. Prima del prossimo round dobbiamo affrontare l’Olanda e ce la metteremo tutta anche per ripagare questo splendido pubblico di Milano. “
Daniele Mazzone: ” Siamo dispiaciuti per la sconfitta, ma il fatto che la squadra abbia lottato sino alla fine e’ un segnale importante. Abbiamo centrato il nostro obiettivo, siamo gia’ certi del primo posto e soprattutto della qualificazione alla fase finale. Domani affronteremo l’Olanda e poi sfrutteremo i giorni di riposo per presentarci al meglio a Torino. “
Ecco i risultati , la classifica e il calendario del Pool E:

Leggi anche:  Finale scudetto pallavolo femminile, tutti i numeri dell'eterna sfida Conegliano-Novara: ecco i precedenti

22 Settembre: Olanda-Finlandia 3-1 ( 25-19, 23-25, 25-16, 25-13) ; Italia-Russia 2-3 (25-19, 18-25, 21-25, 25-19, 11-15) .

Classifica: Italia (6v 19 p ) Russia (5 v 15 p ) Olanda (5v 14p) Finlandia ( 2v 6p)

Calendario : 23 settembre: ore 17 Russia-Finlandia; ore 21-15 Olanda Italia

  •   
  •  
  •  
  •