Mondiali Volley 2018: esclusa Alessia Orro

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui
NANJING, CHINA - AUGUST 06: #5 Ofelia Malinov, #6 Moncia De Gennaro, #7 Raphaela Folie, #9 Caterina Bosetti and team mates of Italy celebrate a point during the final match between Brazil and Italy during 2017 Nanjing FIVB World Grand Prix Finals on August 6, 2017 in Nanjing, China. (Photo by Zhong Zhi/Getty Images)

Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

La notizia era ormai nell’aria anche se mancava l’ufficialità, Alessia Orro non parteciperà ai mondiali volley 2018 in Giappone, per scelta tecnica. Il coach Davide Mazzanti ha infatti deciso di non inserirla nella lista delle 15 atlete convocate per il torneo di Montreaux dal 4 al 9 settembre, che rappresenta l’ultimo step sulla via del Giappone. In regia ci saranno la titolare Ofelia Malinov, che ha saputo dimostrare di meritare il posto di alzatrice grazie alla grande intesa con Paola Egonu, e Carlotta Cambi, giocatrice che ha disputato un’ottima stagione e merita anch’essa il posto per il mondiale.

Brutto colpo comunque per Alessia Orro che ha pagato forse la poca intesa con opposto e schiacciatrice e il poco carisma in un ruolo chiave come quello della regista:

Leggi anche:  Allianz Powervolley: Milano - Ravenna 3 -0. Quinto successo consecutivo per i meneghini

“Saputa la notizia è naturalmente non l’ho presa bene. Però sono scelte sulle quali non posso dire niente, e quindi le accetto. Un po’ me l’aspettavo, durante l’estate non sono stata convocata né per la Volleyball National League, né per la Gloria Cup, partecipando solo alla Rabobank Super Series in Olanda, quindi un minimo me lo aspettavo. In ogni caso però fa sempre male”.

Il coach Mazzanti ha infatti dimostrato fin dal suo arrivo in azzurro di prediligere Ofelia Malinov alla Orro, nonostante quest’ultima abbia realizzato uno splendido campionato con le farfalle del Busto Arsizio.

Come sostituta della Malinov la Cambi è sembrata poi la favorita del coach, almeno nei principali tornei estivi, e tutto faceva quindi pensare all’esclusione dell’ex Club Italia, che ha comunque dalla sua il fatto di avere appena 20 anni e anche se il non partecipare al mondiale brucia molto la giovane alzatrice avrà senza dubbio nuove occasioni per mettersi in mostra e altre competizioni in cui giocarsi la convocazione.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Massimo Bellano nuovo allenatore di Firenze

Mondiali Volley 2018: la Orro penserà solo al Busto Arsizio

Non tutti i mali vengono per nuocere comunque, la Orro avrà così l’opportunità di dedicarsi completamente al Busto Arsizio, che inizia una nuova stagione senza Valentina DIouf e ha quindi bisogno del pieno appoggio della sua pallavolista più rappresentativa, ovvero Alessia Orro.

“Possiamo sicuramente fare bene, siamo una buona squadra, e punteremo a fare il massimo in ogni occasione come l’anno scorso, magari cercando di evitare quegli alti e bassi di rendimento che abbiamo avuto a gennaio, e ci hanno un po’ penalizzato. Sicuramente in Coppa Cev ci sono molte più possibilità, quindi l’obiettivo è quello di vincerla. In campionato ed in Coppa Italia invece è più difficile fare pronostici, perché anche le nostre avversarie si sono rinforzate. Bisognerà vedere chi saprà trovare prima l’alchimia giusta in campo e quindi iniziare meglio la stagione”.

L’alchimia potrebbe infatti essere l’arma in più di una squadra che è andata vicinissimo alla finale per il titolo la scorsa stagione e che quest’anno punta ad arrivare almeno alla tanto agognata finale che poi sarà tutta da giocare. Come spiega la Orro tutte le rivali si sono rafforzate, e ripetersi potrebbe essere complicato, anche se non impossibile se si mostra carisma e buon gioco. La Orro avrà dalla sua parte la rabbia per la mancata convocazione che potrebbe trasformare in una rivincita sul campo nostrano.

  •   
  •  
  •  
  •