Mondiale pallavolo femminile, Mazzanti studia le mosse anti-Cina

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

Federazione Italiana Pallavolo – Facebook

Sale l’attesa in Italia e in Giappone per la semifinale del mondiale di pallavolo femminile che vedra’ le ragazze del CT Davide Mazzanti affrontare le campionesse olimpiche in carica della Cina.
Un percorso fantastico quello che ha portato le azzurre a questo importantissimo appuntamento , una sconfitta solamente in undici partite subita da una delle pretendenti più accreditate alla vittoria finale, la Serbia.
Un gruppo unito quello dell’Italia che ha dimostrato partita dopo partita tutta la propria forza.
Con la Cina bisognerà giocare senza alcun timore, la vittoria ottenuta contro di loro nella prima fase ha dimostrato come questo gruppo se la possa giocare contro qualsiasi squadra .
Sara’ una Cina più difficile da battere? Difficile dirlo, naturalmente incontrare una squadra di quello spessore caratteriale e di esperienza nella prima fase di un mondiale e’ cosa diversa rispetto ad incontrarla in una semifinale.
Tanto peserà il fattore mentale, la reale voglia di portarsi a casa il traguardo .
Per la Cina c’e’ da confermarsi come squadra top a livello mondiale. In bacheca infatti c’e’ il titolo olimpico conquistato a Rio 2016. Per la nostra Nazionale si arriva invece da una situazione opposta, quella di superare la delusione che quelle Olimpiadi hanno costituito per i nostri colori.
Tanti i miglioramenti che in due anni sono stati fatti se si pensa a che livello sia ora la nostra squadra, un gruppo giovanissimo che al di la’ di come possa andare questo mondiale di pallavolo femminile ha gettato delle basi importantissime per giocarsi tra due anni a Tokyo un ruolo da protagonista ai prossimi giochi Olimpici.
Per neutralizzare domani le Cinesi servirà una grande prova a muro per bloccare le fortissime centrali, servirà forzare al servizio per mettere in confusione la loro costruzione di gioco, ma servirà anche giocare in maniera meno “preoccupata” di come e’ sembrato essere nelle ultime due uscite. Soprattutto con il Giappone forse la pressione e la posta in palio hanno giocato un brutto scherzo alle nostre atlete che hanno giocato in maniera meno fluida di altre occasioni.
Certamente ne e’ consapevole il CT Mazzanti che immaginiamo avrà approfittato di questi giorni di pausa per caricare emotivamente le proprie ragazze e per far capire loro che, comunque vada, hanno gia’ dimostrato grandissimo valore.
Ecco le parole del ct Mazzanti alla vigilia di una delle partite più importanti della propria carriera: ”  Siamo ultra concentrati sulla semifinale , conosciamo bene  la Cina e stiamo sfruttando questi giorni di pausa per riguardare le 6 partite che hanno disputato dopo la nostra prima sfida. Vogliamo limare qualche dettaglio rispetto alla gara di Sapporo. Siamo pronti a scendere in campo per giocarci questa grande opportunità , le ragazze hanno tantissima voglia di confrontarsi con una tra le migliori formazioni al mondo contro cui spesso abbiamo giocato alla grande. Una delle chiavi della partita sara’ la gestione dei loro primi tempi perché hanno dei centrali che sono veramente insidiosi da marcare, quello sara’ il primo aspetto importante. Dovremo poi gestire molto bene la nostra fase muro-difesa sui loro attaccanti principali e quindi limitare il più possibile la Zhu che e’ il loro terminale offensivo di riferimento. In più le cinesi possono contare su delle altre attaccanti che alternano in base alle diverse situazioni. Quando si trovano in difficoltà  fanno spesso ricorso alla panchina e ho visto che nelle altre partite le nuove entrate si sono comportate molto bene, sara’ fondamentale prendere le adeguate contromisure anche contro queste giocatrici.”

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: le parole di coach Piazza a Voglia di Volley