Campionato pallavolo femminile serie A1, un torneo che dopo quattro giornate si prospetta equilibrato

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

Dopo quattro giornate dall’inizio del campionato pallavolo femminile serie A1, quello che si può intuire e’ che la lotta per la conquista dello scudetto sara’ quest’anno più equilibrata che mai.
Se in fondo alla classifica squadre come Bergamo, Chieri e Club Italia stanno facendo parecchia fatica ad ingranare, nessun punto ancora per queste tre formazioni, in alto alla classifica il percorso per le pretendenti allo scudetto e’ stato regolare, o quasi. Guardando Scandicci, il brutto stop casalingo contro Novara non sembra aver intimorito le toscane che su quattro partite ne hanno vinte tre.
Novara sta facendo benissimo, ferma l’ultima giornata per la partita di Supercoppa, le ragazze di coach Massimo Barbolini si stanno confermando , come da pronostico, squadra molto forte in grado certamente di lanciare la sfida a Conegliano. Nella partita contro le pantere in Supercoppa non e’ stato così evidente il divario, per entrambe queste due squadre il margine di miglioramento e’ ancora molto ampio.
Proprio le pantere che hanno giocato solo due match in campionato hanno risposto presente , bella la vittoria all’esordio in casa contro Casalmaggiore, più sofferta quella in trasferta contro Monza.
Potrebbero Casalmaggiore e Busto Arsizio “insidiare” le tre favorite per lo scudetto Conegliano-Novara-Scandicci? Presto per dirlo, certamente intorno a queste due squadre che stanno facendo benissimo si sta creando molto entusiasmo.
Se possiamo dire senza dubbi, vista l’altissima qualità del roster, che Conegliano probabilmente al momento sia ancora la squadra da battere, in maniera altrettanto netta si può anticipare che la lotta per lo scudetto in questo campionato sara’ dura.
Lo spettacolo e l’interesse dei tifosi se davvero fosse così avrebbero tutto da guadagnare, un campionato in bilico fino alla fine non può che attirare.

Leggi anche:  VNL maschile, 10ª giornata: solo la Polonia tiene il passo del Brasile
  •   
  •  
  •  
  •