Pallavolo femminile Serie B: Cesena si impone su Montale ma perde la vetta della classifica

Pubblicato il autore: Volley Club Cesena

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Pallavolo Serie B Femminile. La capolista abdica, ma fa festa. Questa la chiave di lettura
dell?importantissimo successo 3-2 (22-25, 25-13, 27-25, 20-25, 15-9)
dell’Elettromeccanica Angelini Cesena nello scontro diretto casalingo
contro Montale, valido per la decima giornata del campionato di serie
B1 femminile. Con questa vittoria da 2 punti infatti, le cesenati
che erano reduci dal primo ko stagionale contro Altino  perdono
momentaneamente la vetta della classifica a beneficio di Macerata, ma
si sbarazzano di una diretta concorrente, su cui guadagnano anche un
ulteriore punto in classifica.

Il match è stato tiratissimo e, nelle oltre due ore di gioco, ha
conosciuto anche momenti di grande agonismo e di emozione. I mille
presenti al Carisport hanno potuto ammirare la classe di una
campionessa del calibro di Tai Aguero, schiacciatrice italo cubana ? 2
ori olimpici e 2 ori Mondiali in carriera  che, a 41 anni, ha messo a
terra 20 palloni, risultando la top scorer delle modenesi. L?impatto
sulla gara ha premiato le ospiti che hanno spostato l?ago della
bilancia aggiudicandosi il primo set. La reazione delle bianconere non
si è fatta attendere, con un 2° set giocato ai limiti della perfezione.

La contesa è entrata nel vivo nel 3° set con le padrone di casa
costrette ad inseguire (15-16 e 20-21), ma abili a piazzare il break
decisivo sul filo di lana (27-25). Il 4° set è rimasto in equilibrio
fino al 14-16, poi Montale ha stretto i tempi (16-21), rimandando ogni
decisione al tiebreak. Nella bella non c’è stata storia.
L?Elettromeccanica Angelini ha messo in chiaro le cose fin dalle prime
battute (5-1 e 10-2), chiudendo fra gli applausi 15-9.

Top scorer del match è stata l’opposta bianconera Errichiello, capace
di firmare 18 punti in attacco, ben 5 a muro e 3 in battuta. Anche
Frangipane (24 punti) è risultata una vera spina nel fianco delle
modenesi, così come prezioso è risultato l?apporto a muro delle
centrali Furi (4) e Gardini (3).

  •   
  •  
  •  
  •