Superlega play off: primi incontri senza sorprese. Vincono tutte le quattro favorite per la vittoria finale

Pubblicato il autore: marco.stiletti


Nel primo turno dei play off nesuna sorpresa con le prime quattro classificatesi in Superlega che hanno vinto sulle altre quattro posizionatesi fino all’ottava posizione. Tutte tre set a zero, solo la Lube ha rischiato di regalare un match nella serie dei tre a Verona visto che hanno risolto i marchigiani solo al tie break. Modena ha spazzato via Milano nella gara-1 dei quarti di finale dei playoff scudetto, i Canarini si sono imposti con un roboante 3-0 (25-20; 25-14; 27-25) di fronte al proprio pubblico del PalaPanini. Gli emiliani hanno chiuso la pratica in appena 86 minuti di gioco e hanno mostrato i muscoli nel momento più importante della stagione, quello in cui viene messo in palio il tricolore. I ragazzi di Julio Velasco hanno dominato la contesa nei primi due set e hanno faticato soltanto nel terzo parziale dove con grande grinta e caparbietà sono riusciti ad avere la meglio ai vantaggi. Tutto relativamente facile per l’Azimut Leo Shoes che sulla carta doveva sudare contro i ragazzi di Andrea Giani e che invece ha conquistato la vittoria senza strafare più di tanto e compiendo così il primo passo verso la semifinale.

Leggi anche:  Volley femminile A1 4° di ritorno: grandi novità nelle classifiche delle top players

La quarta forza della regular season ha avuto la meglio sulla quinta della classe grazie alla prestazione eccezionale di tutti gli attaccanti: 16 punti per l’opposto Ivan Zaytsev (4 muri),12 marcature per lo schiacciatore Tine Urnaut affiancato da Bednorz. Tutto facile, invece, per la Sir Safety Perugia e l’Itas Trentino in gara 1 dei quarti di finale dei play off di Superlega. Le prime due della classe incontrano solo sporadiche difficoltà rispettivamente contro Monza e Padova, ma alla fine portano a casa il 3-0 che cercavano mettendo una prima ipoteca sul passaggio del turno. Perugia suda le camicie solo nel primo set che termina 31-29, poi gli equilibri si spezzano nel seocndo e terzo set e tutto poi diventa facile per i campioni della regular season.

Non il miglior Trentino della stagione, quello che ha affrontato e battuto 3-0 la Kione Padova tra le mura amiche. Nel primo set i trentini prendono un buon vantaggio nella parte centrale e la portano fino alla fine (25-20). Nel secondo set Trento sempre avanti, ritorno dei padovani nel finale (18-18) e scatto finale della squadra di Lorenzetti che si impone 25-21. Nel terzo set Trento si trova in difficoltà, ma poi riesce a riparare al momento giusto e a piazzare il break decisivo per il 25-23. Le emozioni vere avvengono a Civitanova dove la Lube riesce a spuntarla solo ai vantaggi del tie break contro un’infinita Verona guidata da un Kaziysky inarestabile. Si capisce da subito che sarà una gara durissima perchè il primo set se lo aggiudica Civitanova con il punteggio 32-30. Nel secondo set i marchigiani prendono il largo nella fase centrale e vincono 25-20. Nel terzo set Kaziysky prende in mano i suoi e li guida al successo 25-22, mentre nel quarto parziale Solè è decisivo per il 25-23 di Verona. Nel tie break succede di tutto, ci pensa Bruniho a mettere a terra il pallone del 18-16 che premia la Lube dopo tanto sforzo e che attesa nella trappola scaligera.

  •   
  •  
  •  
  •