Pallavolo femminile A1, anche quest’anno Novara e Conegliano protagoniste

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Anche quest’anno la stagione in Italia e’ stata caratterizzata dal duello a distanza tra Novara e Conegliano. 
Due squadre che hanno dimostrato di aver qualcosa in più rispetto alle concorrenti e che si sono spartite gli obiettivi che contano per davvero.
In attesa della finale di Champions League, grande epilogo di stagione con Novara e Conegliano che a Berlino si affronteranno ancora una volta per alzare al cielo il prestigioso trofeo, il bilancio dell’anno sportivo in Italia ha evidenziato il predominio di questa coppia.
Dopo la Supercoppa d’Italia vinta a inizio stagione dalle pantere, e’ stata la volta della finale di Coppa Italia di Verona vinta invece da Novara.
L’altra sfida, quella per l’assegnazione dello scudetto, e’ storia recente, anzi recentissima. Conegliano lunedì scorso si e’ laureata campionessa d’Italia aggiudicandosi la serie scudetto contro le piemontesi in solo tre gare.
In pochi si immaginavano che la serie sarebbe durata così poco, le “battaglie sportive” tra queste due squadre sono sempre state molto accese e soprattutto non di breve durata.
La vera Novara si e’ vista solamente in gara 3 al Palaverde, partita finita in cinque set nella quale si e’ palesata la vera anima della squadra di Barbolini. 
Le prime due gare della serie sono state invece vinte in maniera netta dalle pantere, soprattutto la prima a Novara che ha decisamente spostato gli equilibri della serie.
Potevano in questa finale scudetto certamente Piccinini e compagne fare qualcosa di più , si sono svegliate troppo tardi le ragazze di coach Barbolini che cercheranno ora di leccarsi le ferite in vista della finale di Champions del 18 Maggio.
Se la finale scudetto e’ stata nettamente vinta da Conegliano, comunque resta il fatto che queste due squadre abbiano dominato la scena in Italia.
Si stanno gia’ muovendo le concorrenti per la prossima stagione , sono stati ufficializzati gli allenatori di Scandicci e Busto Arsizio. Marco Mencarelli guidera’ le toscane mentre Stefano Lavarini le farfalle.
A favore della coppia Novara-Conegliano pende maggiormente l’attitudine a vincere che si e’ sviluppata in questi ultimi anni.
Conegliano al momento decisamente sembra avere rispetto a Novara qualcosa in piu’, l’impressione e’ che le pantere siano più forti e che per perdere contro Novara debbano “incontrare” la serata sbagliata.
Il vantaggio di Novara quello di essere riuscita negli ultimi anni in più di un’occasione a fare lo sgambetto a De Gennaro e compagne, da questa convinzione dovranno ripartire per guardare in maniera fiduciosa verso Berlino.
Il grande vantaggio per Conegliano quello invece di sapere di essere la più forte, la finale scudetto lo ha fatto vedere, la pressione certamente e’ tanta perché probabilmente perdere una Champions League peserebbe di più che perdere uno scudetto.
Questo perché arrivare a giocarsi una finale di Champions e’ percorso molto complicato, molti i fattori che entrano in gioco, questo trofeo e’ inseguito dalle pantere che vogliono entrare di diritto nell’Olimpo della pallavolo europea.
Intanto rimane un dato, quello che la coppia Novara-Conegliano abbia dettato legge anche quest’anno in Italia, la curiosita’ di tutti per la prossima stagione sara’ vedere se il pool di squadre che possono vincere si allarghera’.

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: i meneghini perdono 3-1 a Vibo Valentia
  •   
  •  
  •  
  •