Pallavolo femminile, bel gesto di Chieri nell’emergenza coronavirus

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Pallavolo femminile, bel gesto di Chieri nell’emergenza coronavirus. La società piemontese ha deciso di dare un aiuto concreto in un momento così drammatico per il nostro paese.
La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 dopo aver donato alla Croce Rossa di Chieri sia gli utili della lotteria dello sport, sia il “fondo multe” della prima squadra, ha deciso di mettere gratuitamente a disposizione dell’Asl To5 i due appartamenti che fino a poche settimane fa erano occupati dalle giocatrici americane.
Sappiamo che le atlete statunitensi del nostro campionato hanno fatto rientro in patria , e quindi in questa piena emergenza coronavirus la società piemontese ha deciso di compiere questo bel gesto, segno che il mondo della pallavolo femminile nel suo piccolo sta cercando di offrire dei preziosi aiuti. Molte le azioni adottate, ricordiamo la decisione di una delle più grandi giocatrici di sempre , Lo Bianco, di mettere all’asta le magliette da gioco per aiutare l’ospedale di Bergamo .
Tornando all’iniziativa messa in campo dalla Reale Mutua Fenera Chieri ’76, una delle società che meglio stava facendo in questa stagione di pallavolo femminile, queste le parole del presidente del club piemontese Filippo Vergnano : ” Normalmente non rilasciamo mai a fine stagione gli alloggi affittati e li teniamo a disposizione anche in estate. Visto che ora sono vuoti, col benestare dei proprietari abbiamo pensato di rispondere all’appello del sindaco, mettendoli a disposizione dei medici e degli operatori sanitari che sul nostro territorio stanno affrontando l’emergenza covid-19. E’ un gesto piccolo ma, crediamo , dovuto”.

Lo sport scende in campo nell’emergenza coronavirus

Lo sport scende in campo nell’emergenza coronavirus. Non lo fa giocando ma lo fa con piccoli atti e gesti concreti che accendono una luce in un periodo davvero buio .
La sensazione di essere tutti in una condizione di emergenza spinge chi puo’ a dare una mano ai veri eroi di questo periodo, medici , infermieri , operatori sanitari che in un contesto davvero difficile stanno cercando in tutti i modi di risolvere la situazione.
Agli aiuti economici o alle iniziative operative come quella di Chieri, si aggiungono anche i tantissimi messaggi, video, che le protagoniste della pallavolo femminile in Italia hanno dato in queste settimane.
Sappiamo che soprattutto nella prima fase dell’emergenza gli inviti a rimanere a casa non sono stati seguiti da tutti.
Ecco che l’appello o il suggerimento a seguire in maniera scrupolosa le regole lanciati da protagonisti assoluti dello sport hanno certamente una risonanza maggiore.
Spesso presi ad esempio sprattutto dai più giovani, giocatori e giocatrici possono in questo senso ricoprire un ruolo fondamentale soprattutto nell’invitare a continuare a seguire le regole tutti insieme.
In queste settimane tiene banco la questione di una possibile ripresa della stagione sportiva quando le condizioni lo consentiranno . Se dal punto di vista di un club e di uno sportivo è certamente un argomento da affrontare, nello stesso tempo appare chiaro come la volontà di tutti i protagonisti della pallavolo femminile così come degli altri sport in questo momento sia di dare priorità assoluta alla salute.
Se e quando si potrà tornare in campo in questo momento passa in secondo piano.

  •   
  •  
  •  
  •