Pallavolo, la decisione inevitabile della Fipav di chiudere la stagione

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Pallavolo, la decisione inevitabile della Federazione di chiudere la stagione è alla fine arrivata.
Si aspettava solo l’ufficialità che è giunta ieri mercoledì 8 aprile. La Federazione Italiana Pallavolo  ha decretato quindi la conclusione dei campionati di ogni categoria senza assegnazione di scudetti, senza retrocessioni e promozioni.
Già ad inizio emergenza era stata chiara la volontà di garantire la sicurezza di atlete, atleti e staff, la situazione ancora lontana da una definitiva soluzione ha spinto a prendere la decisione di chiudere definitivamente la stagione sportiva 2019/20.
Non ci saranno quindi neppure le promozioni, tutto congelato e rimandato al prossimo anno sperando che in questi mesi si possa uscire definitivamente da questo incubo.
Molti protagonisti del volley in queste settimane avevano espresso tutti i loro dubbi circa la possibilità di un’eventuale ripresa, troppe incognite che giravano intorno ad un ritorno alla normalità, soprattutto nello sport garantire partite in massima sicurezza al momento non era possibile.
Questo il testo del comunicato apparso sul sito della Federazione Italiana Pallavolo : ” La Federazione Italiana Pallavolo, dopo un’attenta e approfondita riflessione sulla perdurante situazione legata alla pandemia di COVID-19 (coronavirus), che sta interessando il territorio italiano e gli stati di tutto il mondo, ha decretato la conclusione definitiva di tutti i campionati pallavolistici di ogni serie e categoria.
La FIPAV ritiene pertanto conclusi senza assegnazione degli scudetti, delle promozioni e delle retrocessioni tutti i campionati nazionali, regionali e territoriali.
E’ stata inoltre dichiarata conclusa tutta l’attività sportiva legata alla disciplina del Sitting Volley.
La Fipav è arrivata a queste decisioni , tenendo anche conto dei recenti DPCM e delle Ordinanze emesse dal Governo e dalle Regioni, all’interno delle quali non emergono date certe circa la possibilità di riprendere l’attività sportiva in condizioni di completa sicurezza.
Le istituzioni nazionali, regionali e medico-scientifiche, inoltre stanno continuando a ritenere necessarie misure di distanziamento sociale per il superamento di questa drammatica emergenza.
Per quanto riguarda poi i campionati giovanili la Fipav ha stabilito che, per permettere agli atleti potenzialmente coinvolti quest’anno di proseguire l’attività giovanile, la prossima stagione si svolgeranno con categorie di annate dispari : Under 13, Under 15, Under 17, Under 19 Maschili e Femminili.
La Federazione Italiana Pallavolo, che fin dalle fasi iniziali di questa tragica pandemia, non ha mai fatto mistero della sua politica di gestione della situazione emergenziale, volta prioritariamente alla tutela della salute di ogni tesserato, con questi provvedimenti intende proseguire sulla strada intrapresa negli scorsi mesi.
Allo stesso modo la federazione ribadisce, ancora una volta, che il senso di responsabilità deve necessariamente essere alla base di ogni azione intrapresa in questi giorni e già da domani lavorerà per programmare al meglio la prossima stagione sportiva. ”

  •   
  •  
  •  
  •