Pallavolo maschile, Luca Spirito racconta la sua esperienza lontano dai campi

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Pallavolo maschile , Luca Spirito, palleggiatore della Calzedonia Verona,  racconta la sua esperienza lontano dai campi . Una situazione obbligata alla quale purtroppo si sono dovuti abituare molti protagonisti dello sport che dall’oggi al domani hanno abbandonato le giornate molto intense tra allenamenti partite e trasferte per calarsi in una realtà del tutto nuova,  scoprendo pero’ anche dei lati positivi.
Ritmi meno forsennati, occasione per approfondire o scoprire nuove passioni, certamente tanto tempo per pensare oltre chiaramente al lavoro fisico che gli atleti stanno continuando a seguire da casa , una sorta di palestra domestica, attraverso le videoconferenze con lo staff tecnico .

Sul sito internet della società scaligera si e’ raccontato così Luca Spirito : ” Ci sono anche momenti per il relax, per rallentare . Ti rendi conto che prima vivevi a 200 all’ora , non ti godevi il momento, una cosa che da piccolo poteva suscitarti meraviglia è diventata normale routine. Adesso ci rifletti , esci in giardino e guardi i fiori che crescono. Al di là degli allenamenti , mi tengo comunque sempre impegnato, mi trovo cose da fare e sto sperimentando diverse attività nuove, costruisco cose per il giardino, sto aiutando la mia famiglia a risistemare e rinnovare le aree esterne di casa. Per esempio , ho deciso che mi cimenterò nella costruzione di un divano di pallet per esterni. Per mancanza di tempo non mi sono mai dedicato a queste attività . Non passavo tanto tempo con la mia famiglia da parecchi anni, e quando sei abituato ai tuoi spazi, alla tua indipendenza e ai tuoi orari è una cosa nuova. La sera, poi, mi dedico ai film. Qualche dritta ? se siete appassionati del genere, io mi sto riguardando tutta la saga degli Avengers, e poi Star Wars, X-Men, i classici Disney . ” 

  •   
  •  
  •  
  •