Mercato pallavolo femminile, altra importante conferma per Scandicci

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

Mercato pallavolo femminile, altra importante conferma per Scandicci. La squadra toscana sta ripartendo nella programmazione della stagione sportiva 2020/21 dalle bandiere.
Dopo aver annunciato che faranno ancora parte della squadra la palleggiatrice della nazionale Ofelia Malinov e la schiacciatrice sempre della nazionale Lucia Bosetti, reduce da una stagione complicata che l’ha vista costretta a subire un’operazione alla spalla, un’altra importante notizia è arrivata a rallegrare i tifosi.
Il libero Enrica Merlo farà ancora parte di questa famiglia, si appresta a vivere la sua sesta stagione consecutiva assumendo quindi di diritto il titolo di bandiera.
Un’annata a dir poco sfortunata per il club toscano che proprio quando con grandi sforzi e un cambio in panchina stava cercando di tornare sui livelli della scorsa stagione, ha dovuto fare i conti con la chiusura anticipata e definitiva del campionato per l’emergenza coronavirus.

Mercato pallavolo femminile, altra importante conferma per Scandicci

Altra importante conferma per Scandicci quindi dopo quella di Malinov e Bosetti, per la sesta stagione consecutiva a combattere in difesa e ricezione su ogni pallone ci sarà Enrica Merlo, queste le sue parole raccolte sul sito della società : ” Le mie sensazioni per la prossima stagione a Scandicci sono le stesse di quando sono arrivata la prima volta. Ci sono sempre nuovi inizi e esperienze; un titolo a Scandicci manca e farò il possibile per arrivare a questo e per far appassionare ancora di più tutti i nostri tifosi. Esser definita un simbolo mi riempie d’orgoglio, qua a Scandicci è come stare in una grande famiglia. Dalla città, alla società, ai tifosi. Io l’ho sempre detto, quando si sta bene personalmente anche tutto quello che dobbiamo fare viene meglio. Devo ringraziare davvero tutti, anche quelli che semplicemente incrocio e che vengono a vederci, anche loro fanno parte di questa famiglia.” 

  •   
  •  
  •  
  •