Mercato pallavolo femminile, Conegliano, al centro arriva Sarah Fahr

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

Mercato pallavolo femminile, Conegliano dopo aver confermato per la prossima stagione in panchina coach Daniele Santarelli, le bandiere Monica De Gennaro Asia Wolosz e Rapha Folie, la stella del volley italiano Paola Egonu , ed aver annunciato il vice libero Lara Caravello e la prima francese nella storia del club, Lucille Gicquel , si e’ assicurata nel reparto delle centrali uno dei nomi del volley italiano dal futuro assicurato, si tratta di Sarah Fahr che dopo la palestra  del Club Italia ha giocato in A1 a Firenze. Giovanissima, 19 anni il prossimo settembre, nata in Germania, genitori tedeschi, appena nata si trasferisce in Italia a Piombino per il lavoro del padre. Doppio passaporto, italiano e tedesco, già protagonista anche della Nazionale maggiore con la quale ha vinto l’argento mondiale , il bronzo dello scorso anno agli Europei in Turchia e la conquista del pass per Tokyo  nel torneo preolimpico di Catania.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, serataccia per Brescia, ecco cosa è successo

Le dichiarazioni

Queste le dichiarazioni raccolte sul sito di Conegliano, Sarah Fahr parte dagli esami di maturità che avrà tra poco  : ” Il 17 giugno inizia il mio esame di maturità, con questa emergenza coronavirus diciamo che da questo punto di vista mi e’ andata bene perchè almeno ho avuto tempo per studiare e prepararmi bene. Frequento il Liceo di Scienze Applicate a Firenze, quest’anno sarà un esame anomalo , abbiamo uno scritto da inviare per via telematica e poi un maxi orale in presenza, di un’ora, su tutte le materie, sto ultimando lo studio per fare una bella figura ! ” Vestirà la maglia numero 19 e non nasconde la sua gioia ed entusiasmo per la nuova avventura all’interno di uno dei top club internazionali : ” Era qualche anno che Conegliano mi seguiva e adesso mi sembra sia arrivato il momento giusto per fare un salto di qualità. Arrivare nel club più prestigioso del campionato italiano è un grande stimolo e mi sento molto orgogliosa di vestire la maglia dell’Imoco, la squadra campione del Mondo. Avrò tantissimo da imparare ogni giorno , con davanti dei veri e propri monumenti nel mio ruolo come Rapha Folie e Robin De Kruijf, allenarmi vicino a loro sarà come fare l’università e potrò crescere quotidianamente da tutti i punti di vista. Certo, mi piacerebbe anche avere un po’ di spazio per giocare anche perchè uno dei miei obiettivi è conquistare una maglia con la nazionale per Tokyo, ma ho parlato con coach Santarelli e mi ha dato tanta fiducia convincendomi che questa di Conegliano sarà per me la scelta migliore per fare uno step importante nella mia carriera. ” 

  •   
  •  
  •  
  •