Volley Mercato, Bruno Rezende giocherà in Europa? E’ una fake news ed ecco il perché

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui


Come tutti sappiamo il palleggiatore brasiliano Bruno Rezende ha giocato le due ultime stagioni in Italia alla Cucine Lube Civitanova, ma dopo questa stagione aveva deciso di andare via per tornare in Brasile. Dalle ultime voci, e come riporta dal15al25.gazzetta.it e ugra-news.ru, pare però che Bruno abbiamo deciso di giocare ancora un altro anno in Europa. Pare che la notizia sia FAKE e che risalga al 1 aprile 2020 visto che qualche settimana fa è stato ufficializzato il suo arrivo al Funvic Taubate, in Brasile.

Ecco dove andrà a giocare Bruninho

Secondo ugra-news.ru, il campione olimpico e palleggiatore della Nazionale brasiliana Bruno Mossa de Rezende giocherà la prossima stagione nel campionato russo nelle file del Gazprom Ugra Surgut. Questo è quello che al momento si legge: ” Le ultime due stagioni di Bruno sono state alla Lube Volley dove ha conquistato: il Campionato, la Supercoppa Italiana, la Champions League e la Coppa del Mondo per Club. Alla fine della stagione, il giocatore stava per tornare a casa, in Brasile, ma in connessione con il rinvio delle Olimpiadi da Tokyo 2020 a Tokyo 2021 ha deciso per la stagione di rimanere in Europa e trasferirsi in Russia“. Il post si conclude così: “Benvenuto Bruno a Surgut!. Ora sono in corso trattative per il passaggio a ‘Gazprom’ di un altro brasiliano, così come un giocatore della Nazionale“. Tutto questo pare che sia fake e quindi non sia un ripensamento da parte di Bruninho ma solo un notizia datata il 1° aprile che sta girando in questo momento in Italia.

Squadre di club dove ha giocato:
-Unisul Esporte Clube (2003-2005);
-Floripa Esporte Clube (2005-2011);
-Modena Volley (2011);
-Floripa Esporte Clube (2011-2012);
-Associacao RJX de Esportes (2012-2013);
-Associacao RJ de Esportes (2013-2014);
-Modena Volley (2014-2016);
-Sesi-Sp (2016-2017);
-Modena Volley (2017-2018);
-Lube Volley (2018-2020);
– Funvic in Brasile (2020-…)

  •   
  •  
  •  
  •