Supercoppa pallavolo femminile, la protesta di Firenze per il calendario

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

Nello scorso week end si è aperta ufficialmente la stagione di pallavolo femminile con il primo turno della Supercoppa italiana . Tra il 1 e il 2 settembre ci sarà il secondo turno sempre ad eliminazione diretta dal quale usciranno le tre squadre che raggiungeranno Conegliano, già qualificata, nella Final Four di Vicenza.
E’ arrivata ieri lunedì 31 agosto una nota ufficiale della società Il Bisonte Firenze con la quale il club toscano ha espresso tutto il suo disappunto per il fatto di non aver visto accolta la richiesta di spostare la propria  partita del secondo turno  in programma a Novara martedì 1 settembre a mercoledì 2 settembre e che la risposta a tale richiesta sia arrivata solo nella giornata di lunedì 31 agosto.
La domanda  di far slittare il match in programma questa sera martedì 1 settembre alle 20,30 al giorno successivo nasceva dal fatto che la squadra allenata da coach Marco Mencarelli avesse disputato la partita del primo turno domenica sera a Cremona.
Poco tempo di fatto di distanza tra le partite del primo e secondo turno.

Questa la comunicazione ufficiale di Firenze apparsa sul sito del club ieri lunedì 31 agosto 2020 :

” Il Bisonte Firenze ha appena raggiunto Novara, dove domani sera (martedì 1 settembre ndr) giocherà il secondo turno della Supercoppa italiana, dopo un viaggio di quasi cinque ore in pullman. Il tutto dopo essere rientrato a Firenze alle una di notte a seguito della vittoriosa trasferta di Cremona contro Casalmaggiore. In pratica, un vero tour de force per le giocatrici e lo staff, costrette a sobbarcarsi due lunghi trasferimenti a brevissima distanza l’uno dall’altro, per una cervellotica programmazione delle date del torneo. Ieri sera la società Il Bisonte Firenze, che già aveva giocato di domenica e non di sabato per un’esigenza della E’Più Casalmaggiore , ha chiesto di posticipare il match contro Novara a mercoledì, visto che anche un’altra partita del secondo turno era stata programmata in quella data: la risposta , negativa, è arrivata però soltanto stamani , costringendo la dirigenza a organizzare in fretta e furia il viaggio per raggiungere Novara. Se la data di domani sera fosse stata confermata già ieri, la società avrebbe potuto evitare alla squadra il rientro a Firenze, magari programmando un trasferimento diretto da Cremona a Novara. Invece il buon senso è mancato ancora una volta, e Il Bisonte si trova costretto a sobbarcarsi due match in trasferta a distanza di 48 ore l’uno dall’altro. “

  •   
  •  
  •  
  •