Pallavolo femminile A1, risultati e classifica dopo l’8.a di andata

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Pallavolo femminile A1, ieri mercoledì 28 ottobre si è giocata l’8.a di andata, o per meglio dire una parte dell’8.a di andata. Sono state infatti addirittura tre le partite che non si sono giocate a causa del Covid 19, le due sfide di cui già si sapeva, Cuneo-Brescia e Chieri-Trento per casi di positività nelle due squadre piemontesi . Si è aggiunto poi ieri il rinvio di Perugia-Busto Arsizio.
Non c’e’ pace per la società bustocca che ha comunicato ieri la positività di tre delle proprie giocatrici. Una situazione , inutile sottolinearlo, complicata visto e considerato che alcune squadre hanno visto un numero considerevole di partite rinviate a data da destinarsi.
Per quanto riguarda il volley giocato, ieri forse per la prima volta Conegliano ha dovuto soffrire per trovare i tre punti. Nella trasferta di Firenze le ragazze di coach Daniele Santarelli erano andate sotto nel primo set riuscendo poi a ribaltare la situazione imponendosi 1-3 ( 25-19, 24-26, 19-25, 17-25).
Continua l’ottimo momento di Novara che sta provando a tenere il ritmo di Conegliano. Ieri sera le ragazze di coach Stefano Lavarini in casa hanno superato Casalmaggiore 3-0 ( 25-17, 25-18, 25-18). Partita senza storia che conferma la partenza non brillante in questa prima parte di campionato per il team di coach Parisi.
Il derby tra Monza e Bergamo è stato vinto dalle brianzole che in casa hanno superato le avversarie in cinque set ( 21-25, 25-14, 25-21, 27-29, 15-10). Match molto combattuto che ha evidenziato i segnali di crescita di Bergamo. Ha riposato in questa 8.a di andata campionato pallavolo femminile A1 Scandicci. 

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: Piano e compagni a Cisterna per ripartire

Questa la classifica dopo otto giornate, fortemente condizionata dall’alto numero di partite rinviate :

Conegliano 21, Scandicci 15, Novara 14, Trento 13, Chieri 12, Monza 12, Cuneo 8, Firenze 7, Busto Arsizio 6, Casalmaggiore 6, Bergamo 5, Perugia 3, Brescia 1.

  •   
  •  
  •  
  •