Pallavolo femminile, Vallefoglia e Pinerolo per un posto in A1, intanto Cutrofiano rinuncia all’A2

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Pallavolo femminile, saranno Vallefoglia e Pinerolo a giocarsi la promozione in serie A1, questa infatti sarà la finale playoff alla fine di un campionato e di un’annata lunghissimi e tutt’altro che semplici.
In semifinale le marchigiane completano la rimonta contro il Sassuolo che in gara 1 , in casa, aveva vinto 3-1. Stesso risultato ma a parti invertite in gara 2, ieri nella sfida decisiva Vallefoglia che giocava nuovamente in casa ha superato le avversarie per 3-0 (25-23, 25-22, 25-21) al termine di una partita combattuta che ha decretato quindi una delle due finaliste che proveranno a raggiungere il sogno chiamato serie A1.
Nell’altra semifinale sono state invece sufficienti 2 partite per il verdetto. Pinerolo dopo il successo di gara 1 in trasferta a Ravenna al tie-break  ha bissato la vittoria questa volta in casa per 3-1 (19-25, 25-20, 25-21, 28-26). Sotto di un set, le piemontesi hanno rialzato la testa volando verso la finale.

Leggi anche:  Pallavolo: le 20 azzurre ed i 20 azzurri convocati per le Olimpiadi

La serie della finale playoff promozione in A1, al meglio delle tre gare, vedrà gara 1, Pinerolo-Vallefoglia,  in programma in Piemonte il 26 maggio alle 20, gara 2 ed eventuale gara 3 a Vallefoglia il 29 e 30 maggio con inizio alle 17.

CUTROFIANO RINUNCIA ALLA SERIE A2

Nel frattempo una delle squadre che meglio aveva fatto nella prima parte di stagione, Cutrofiano, ha annunciato che non giocherà la prossima stagione in A2. Il progetto è quello di ripartire dal settore giovanile sul quale puntare tanto in vista di obiettivi futuri, questa una parte del comunicato stampa che spiega i motivi della scelta : « La rinuncia al prossimo campionato di A2 è stata deliberata dalla società. Apparentemente potrebbe essere un passo indietro, in realtà è un progetto per il futuro dalle basi solide e certamente un arrivederci a presto. Il volley Cutrofiano punta tutto sul settore giovanile, abbandonando, solo momentaneamente, le luci e l’appeal della serie A2, per concentrarsi su un progetto che arriva ormai da lontano. Si tratta di una scelta precisa, dettata solo dalla convinzione di voler introdurre nella pallavolo Pugliese ancora qualcosa di nuovo, una sorta di “cantera” capace di coltivare talenti ».

  •   
  •  
  •  
  •