VNL 2021, passo indietro della Nazionale pallavolo femminile contro la Turchia: le parole delle protagoniste

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

VNL 2021, passo indietro della Nazionale pallavolo femminile nella seconda uscita del torneo ospitato nella bolla di Rimini. Le ragazze azzurre guidate in panchina da Giulio Bregoli hanno fatto un deciso passo indietro rispetto all’esordio perso al tie-break contro la Polonia. Mingardi e compagne hanno subito un netto 3-0 ( 25-13, 25-23, 25-16) dalla Turchia del ct italiano Guidetti : le avversarie hanno evidenziato la differenza tra le due squadre in campo. Naturalmente non va dimenticato il fatto che molte giocatrici dell’Italia sono esordienti ma, dopo la bella prova di martedì, ci si aspettava decisamente di più . Molti sono stati gli errori e probabilmente durante il match è stata persa un pò di fiducia.
Rimane comunque molto utile il percorso di crescita ed esperienza che questo gruppo durante la VNL avrà modo di compiere.
Le azzurre tornano in campo questa sera alle 21 contro la Serbia con diretta su La7d.

Leggi anche:  VNL 2021: classifica , tutti i risultati e prossimi impegni della Nazionale pallavolo femminile

Il commento di Francesca Bosio : « Il valore della Turchia lo conoscevamo bene, oggi però non abbiamo fatto una buona partita. In un torneo così difficile bisogna scendere in campo con un atteggiamento diverso e domani contro la Serbia non dovremo lasciarci condizionare dalle difficoltà di questa sera. Contro la Polonia abbiamo fatto vedere buone cose, da lì è necessario ripartire. La sconfitta contro una squadra forte come la Turchia deve servire come esperienza per aiutarci a crescere».

Raccolte anche le parole di Sylvia Nwakalor : « Per noi è stata una partita molto difficile, con tanti errori in battuta e , inoltre, siamo state poco aggressive in attacco. Dobbiamo crescere in entrambi i fondamentali a partire dalla gara di domani contro la Serbia. L’obiettivo della nostra squadra nella VNL è quello di migliorare partita dopo partita, imparando anche dai nostri errori ». 

  •   
  •  
  •  
  •