Olimpiadi pallavolo femminile, Mazzanti dopo il ko azzurro : « Dobbiamo toglierci il “gesso” e ripartire subito »

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

 

Olimpiadi pallavolo femminile, dopo l’uscita nel maschile si interrompe prima del previsto anche per la squadra di Davide Mazzanti l’avventura a Tokyo.
Quanto difficile fosse il quarto di finale contro la Serbia lo si sapeva alla vigilia ma quella subita contro Boskovic e compagne è stata una sconfitta nettissima. Il percorso ce lo siamo complicati strada facendo perchè dopo le prime tre vittorie consecutive sono arrivati gli stop contro la Cina già eliminata e contro gli USA che ci sono costati il primato del girone che avrebbe garantito di affrontare la quarta classificata dell’altro raggruppamento.
Il sorteggio poi nel farci pescare le campionesse del mondo in carica non è stato dei più fortunati. E’ certamente vero che se si vuole puntare alla vittoria finale prima o poi le squadre forti si devono affrontare, è anche vero che un quarto più facile sulla carta avrebbe dato la fiducia che si acquisisce quando le vittorie arrivano e soprattutto una sconfitta rimediata dopo i quarti avrebbe mantenuto la possibilità di arrivare a medaglia.
Oggi contro la Serbia non è andato bene nulla, il ct Davide Mazzanti ha espresso il pensiero che visto il potenziale delle azzurre si potesse fare certamente meglio . Ora serve resettare perchè questa Nazionale deve rimanere ambiziosa riflettendo ovviamente sugli aspetti che non hanno funzionato.

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: segnali positivi dal doppio test contro Modena

Queste le parole di Davide Mazzanti raccolte sul sito della Federazione italiana pallavolo :

«Questa è un’eliminazione dolorosa, avevo la sensazione che potevamo stare vicini a loro e giocarcela. Con il passare della partita, invece, ha fatto la differenza la fase battuta-ricezione: molto della nostra sconfitta penso dipenda da quello. Ci hanno messo in grossa difficoltà con il servizio, mentre noi al contrario non ce l’abbiamo fatta. Quando la Serbia gioca poi con palla sulla rete, diventa complicatissimo gestire il match. 
Dobbiamo tenerci stretto il dolore di quest’Olimpiade, penso che questo sia come una sorta d’infortunio: pensavo per esempio a Tamberi prima dei Giochi di Rio. Certo noi non abbiamo infortuni dal punto di vista fisico, però abbiamo queste cadute che fanno male e adesso dovremo toglierci “il gesso” e ripartire subito perché ci aspetta il Campionato Europeo. Sarà importante capire gli aspetti su cui lavorare, perchè alcune cose che credevo venissero fuori in quest’Olimpiade non si sono viste. Il rammarico di aver immaginato un’Italia e purtroppo non siamo mai state in grado di far vedere la pallavolo di cui siamo capaci. Mi dispiace tantissimo uscire dall’Olimpiade anche per il nostro intero movimento , perchè sono convinto che quello che fa la Nazionale ha delle ricadute importanti. Ieri sono usciti i ragazzi, oggi noi , un vero peccato perchè la pallavolo italiana si nutre dei nostri risultati. Io sono convinto che questo gruppo abbia ancora tanto da raccontare e vogliamo superare questa delusione il prima possibile » 

IL TABELLINO

Leggi anche:  Volley A1, Bartoccini Fortinfissi, Britt Bongaerts: "Perugia mi sembra meravigliosa"

ITALIA-SERBIA 0-3 ( 21-25, 14-25, 21-25)

ITALIA : Malinov 1, Egonu 16, Danesi 6, Fahr 2, Pietrini 7, Bosetti 6, De Gennaro (L) , Sorokaite, Orro  1, Sylla , Chirichella 1, Folie 2, All : Mazzanti
SERBIA: Busa 5, Popovic M. 6, Ognjenovic 4, Rasic 10, Boskovic 24, Milenkovic 6, Popovic S. ( L) Ne : Mirkovic , Bjelica, Aleksic, Blagojevic , Mihailovic All: Terzic

  •   
  •  
  •  
  •