Sir Safety Conad Perugia, Grbic: “Grandissima prova di squadra da parte dei ragazzi”

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

Dopo il successo, sofferto ed allo stesso tempo meritatissimo, ottenuto ieri sera a Istanbul contro il Fenerbahce nella terza giornata della Pool E di Champions League, i Block Devils fanno ritorno oggi in Italia. La Sir Safety Conad Perugia torna al lavoro al PalaBarton in sala pesi con i giocatori a disposizione.

Volley, Sir Safety Conad Perugia, Grbic: “Questa squadra ha nove vite”

I tre punti portati a casa, in condizioni di roster complicate e con due giocatori fuori ruolo, sono preziosi per gli umbri, che volano a 9 punti in classifica nella Pool e fanno un passo decisivo in chiave qualificazione ai quarti. Una vittoria che ha reso soddisfatto il coach Nikola Grbic. “È stata un’altra grandissima prova di squadra da parte dei ragazzi – ha sottolineato -. In questo periodo stiamo perdendo pezzi strada facendo per via del covid o per infortuni, ma il resto della squadra ha fatto ancora più gruppo ed ha tirato fuori il meglio nonostante non giocavamo da 10 giorni, nonostante non abbiamo mai potuto fare 6 contro 6 in allenamento, nonostante Oleh (Plotnytskyi, ndr) abbia dovuto giocare libero e Thijs (Ter Horst, ndr) addirittura centrale. Adesso magari comincio a giocare io così completiamo l’opera (sorride Grbic, ndr). Sono felice perché siamo riusciti a fare bottino pieno fuori casa ed a conquistare un risultato importantissimo per il proseguo del nostro cammino in Champions. Ma soprattutto è importante il messaggio di forza che abbiamo mandato. Questa squadra ha nove vite, a prescindere da chi gioca tutti danno il massimo e giochiamo con il cuore, magari non bene ma con il cuore e credendo sempre nel risultato finale”. L’allenatore Sir Safety Conad Perugia ha espresso anche le sue considerazioni sull’ottima prestazione di Plotnytskyi e Ter Horst, che hanno disputato il match in ruoli non usuali. “Mettere un giocatore che fino al giorno prima giocava in un contesto completamente diverso, fuori ruolo, per quanto questo possa essere bravo, non è affatto semplice perché mancano le posizioni, mancano le competenze e mancano i meccanismi. Oleh è stato bravo ad adeguarsi, a dare il suo massimo, a sacrificarsi per la squadra. Così come ha fatto Thijs che è un jolly incredibile, qualsiasi compagno manca lui va a coprire quel ruolo e lo fa alla grande. Sono stracontento ed orgoglioso dei ragazzi e dell’approccio che tutti hanno avuto in campo”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Champions League, Sir Sicoma Monini Perugia, Ricci: “Dovremo giocare la nostra miglior pallavolo per i tre punti”