Volley femminile A1, Lavarini predica la calma dopo lo 0-3 di Novara-Conegliano

Pubblicato il autore: Antonio Villani


Volley femminile A1
, ieri sera in Piemonte si è giocato l’anticipo della 9° di andata tra Novara e Conegliano. Le venete hanno ottenuto un importantissimo successo in trasferta per 0-3 (25-27, 11-25, 23-25) sorpassando proprio Novara in classifica e ottenendo la testa solitaria.

Novara-Conegliano: le parole di Lavarini

È stato un brutto stop quello delle piemontesi in NovaraConegliano nel big match di giornata. Le piemontesi partite fortissimo (8-1) hanno subito il recupero delle pantere che hanno poi letteralmente dominato il secondo set. Terzo parziale nel quale sul 20-24 a rimontare sono state invece le piemontesi arrivate al 23-24 per poi subire l’attacco in pipe di Haak, mvp del match, che ha chiuso la partita. Si ripete dunque almeno per il momento il copione delle ultime stagioni con Conegliano una spanna sopra alle eterne rivali anche se è troppo presto per trarre bilanci definitivi. Lo sa anche Stefano Lavarini, allenatore di Novara,  che predica la calma dopo questo pesante stop. Ecco le sue dichiarazioni raccolte sul sito web di Novara: « Abbiamo fatto fatica un po’ su tanti fronti, in questo momento siamo fragili per quanto riguarda le certezze da mettere in campo, che ci stiamo ancora costruendo. Come non abbiamo preso con troppo entusiasmo le vittorie precedenti, non dobbiamo drammatizzare oggi la sconfitta ma semmai dobbiamo prendere atto di quello che è il percorso che dobbiamo compiere per raggiungere il nostro livello di gioco».

Nella giornata di ieri si è giocato anche il posticipo della 4° di andata del campionato di volley femminile serie A1 tra Bergamo e Cuneo. Le piemontesi hanno trovato il loro primo successo stagionale superando le orobiche al tie-break.

Questa la nuova classifica aggiornata:

Conegliano 17, Novara 14, Milano 13, Chieri 12, Scandicci 12, Vallefoglia 8, Firenze 7, Casalmaggiore 7, Bergamo 4, Perugia 4, Cuneo 3, Busto Arsizio 3, Macerata 3, Pinerolo 1.

  •   
  •  
  •  
  •