Mikaela Shiffrin: la leggenda americana che si prepara a cambiare la storia dello sci alpino

Pubblicato il autore: marianna piacente
Mikaela Shiffrin (Vail, 13 marzo 1995)

Mikaela Shiffrin (Vail, 13 marzo 1995)

È americana e ha ventun’anni la slalomista e gigantista di Coppa del Mondo che, a oggi, è candidata a diventare la sciatrice più vincente di tutti i tempi. Disponendo la sua tecnica al miglioramento continuo, sebbene già da sempre rasenti la perfezione, Mikaela mostra in ogni gara la capacità di poter passare in testa ai grandi nomi che finora hanno fatto la storia dello sci. Una previsione tutt’altro che modesta, ma i suoi numeri parlano chiaro; poco più che ventenne, la Shiffrin detiene:
1 oro olimpico, ottenuto nello slalom speciale di Soči, nel 2014;
2 ori mondiali, conseguiti nei due slalom speciali del 2013 e del 2015, rispettivamente a Schladming e a Vail/Beaver Creek;
3 Coppe del Mondo di specialità (2013, 2014 e 2015), in cui ha raggiunto un totale di 32 podi.
Insomma, la statunitense di Vail sembra vantare un curriculum parziale assai insolito per una ragazza di soli ventun’anni, che ha avanti a sé ancora tantissime occasioni per vincere e incrementarlo al meglio.

Ulteriore conferma della sua straordinarietà viene data dal paragone con i grandi nomi che, insieme a lei, a oggi si distinguono all’interno del circo bianco. Basti pensare all’attuale regina delle nevi, nonché sua connazionale, la trentaduenne Lindsey Vonn: oggi detiene il record di sciatrice più vittoriosa in Coppa del Mondo (conseguito il 19 gennaio 2015, vincendo il superg a Cortina D’Ampezzo e strappando il primato all’austriaca Annemarie Moser-Pröll). Tuttavia, non è da sottovalutare nell’excursus dei successi dell’americana dalla treccia bionda che la prima vittoria in Coppa del Mondo è arrivata solo nel 2004, precisamente il 3 dicembre, piazzandosi al 1° posto nella discesa libera di Lake Louise; Lindsey allora aveva vent’anni compiuti.
La ventunenne di Vail, invece, con solo un anno in più rispetto all’età in cui la Vonn ha firmato il suo esordio da vincente, detiene ben 21 vittorie in Coppa del Mondo, 20 delle quali in slalom speciale. È proprio quest’ultimo dato ad assegnarle, a pari merito con la croata Janica Kostelić (ex pluricampionessa olimpica e mondiale), il quarto posto nella classifica femminile delle più vincenti di sempre in questa specialità; ottenute finora 3 coppe di specialità, trova a procederla la svizzera Vreni Schneider (n.6 coppe di specialità), svizzera anche Erika Hess (n.5 coppe di specialità) e l’austriaca Marlies Schield (n.4 coppe di specialità).

Costante, studiata e innata. Tre parole, tre semplici aggettivi che descrivono al meglio la tecnica da fuoriclasse di Mikaela; la sua, una sciata impeccabile, caratterizzata da un busto sempre super controllato e centrato e da gambe che si muovono su un binario fisso con disumana sincronia. Non pienamente contenta se non si piazza a un vantaggio di almeno 1” da chi le sta dietro, ha tutte le carte a suo favore per segnare il suo nome come più grande vincente di sempre.
Intanto, tra allenamenti e gare, la bella Mikaela si diletta a realizzare coreografie di simpatici balletti, che non esita a diffondere tra i suoi fans sui social. Chissà che non diventi una stella nascente del ballo? Per ora continua a distinguersi per le sue coreografie tra pali e porte ma… Mai dire mai!

  •   
  •  
  •  
  •