Un super Paris concede il bis sulla Stelvio

Pubblicato il autore: Daniele Conti Segui


Il weekend perfetto degli uomini-jet di Bormio si concretizza nella doppietta di Dominik Paris che oggi ha concesso il bis nella seconda discesa libera. Domme si porta a casa 200 punti pesantissimi nella corsa alla sferetta di cristallo della Coppa del Mondo di sci alpino. L’azzurro è stato perfetto dal primo all’ultimo metro della famosissima pista Stelvio, interpretando al meglio le celebri asperità che la contraddistinguono, in primi la diagonale Carcentina.

Paris, l’uomo della provvidenza

Oggi è d’obbligo celebrare un discesista che ha dimostrato, se ancora ce ne fosse bisogno, di essere il più forte al mondo nelle specialità veloci. Paris ha ingranato la quarta marcia quando tutti lo davano in calo, risollevando una stagione che pareva scorrere via senza acuti. Le nevi di casa, in particolare quelle lombarde, hanno ridato al meranese il feeling con materiali e terreno che era mancato negli appuntamenti precedenti.

La parola chiave del weekend di Bormio: dominio

Dominik ha vinto le due discese in modo autorevole, pulito, senza sbavature e sfruttando alla perfezione i curvoni della Stelvio da fare sdraiati in orizzontale sulla neve. A restare con un palmo di naso sono stati tutti i rivali più blasonati, da Kriechmayer a Feuz, da Mayer a Kilde. Tutti si sono inchinati al nostro alfiere, sin dalle prove settimanali, pur compiendo delle autentiche prodezze in gara. Quello che è andato più vicino a detronizzarlo è stato lo svizzero Kryenbuehl, giunto a soli 7 centesimi nella seconda discesa.

Dopo Paris c’è il buio in casa Azzurri

Da una parte Domme ci alleggerisce il cuore grazie alle sue vittorie ma se volessimo analizzare a fondo la prestazione degli italiani ci sarebbe da preoccuparsi. Dopo la nostra punta di diamante c’è il vuoto, col primo di oggi, Casse, giunto solo 20simo. Il fatto che Innerofher sia di continuo alle prese con infortuni debilitanti, e che il ricambio tecnico sia lento e infruttuoso, fa si che si scorgano nuvoloni neri all’orizzonte.

  •   
  •  
  •  
  •