Sci: Simon Maurberger, dall’infortunio a… Cortina

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui

Stava facendo bene, benissimo Simon Maurberger prima di quel maledetto infortunio che ha stoppato anzitempo la sua stagione. La rottura di crociato e menisco in occasione del parallelo di Chamonix ha frenato bruscamente la sua rincorsa alle zone nobili della graduatoria generale di Coppa del Mondo, che stava via via prendendo forma a suon di piazzamenti illustri nelle singole gare. La sfortuna ha messo i bastoni tra le ruote, anzi, tra gli sci del giovane azzurro, che ora si sta gradualmente riprendendo dall’operazione chirurgica subita e lavora per ritrovare le condizioni migliori per dire la sua nel 2020/2021 (Coronavirus permettendo).

Simon Maurberger ha un sogno: “I Mondiali di Cortina…”

Quale occasione migliore per rilanciarsi che vincere una medaglia d’oro iridata di fronte al proprio pubblico? Certo, prima c’è un’intera stagione di Coppa del Mondo da onorare e, in qualche maniera, da “sfruttare” per ritrovare sicurezza sulla neve e convinzione nei propri mezzi, ma è inevitabile che la mente corra già verso la seconda metà del prossimo inverno, quando Cortina ospiterà i Mondiali di sci alpino. “Speriamo che la situazione globale possa migliorare – ha commentato l’azzurro sul canale ufficiale della FISI –, anche se per un po’ di tempo il nostro modo di vivere sarà diverso. Mi auguro però di poter sciare davanti ai 50mila di Schladming ed essere protagonista ai Mondiali di Cortina.

  •   
  •  
  •  
  •