Il ruggito della leonessa. Brignone nella storia dello sci azzurro

Pubblicato il autore: Daniele Conti Segui

Nella stagione del tripudio dello sci azzurro al femminile mancava solo il suo acuto. Oggi, sulle nevi di San Pellegrino, in Val di Fassa, anche Federica Brignone scrive il suo nome tra le vincitrici di una gara di Coppa del Mondo 2021. La valdostana fa suo il SuperG davanti al duo svizzero Gut-Suter. Un risultato di prestigio assoluto per come le elvetiche erano arrivate all’appuntamento. La vittoria della nostra leonessa pone fine ad una striscia di 4 vittorie consecutive in coppa proprio della Gut-Behrami.

Record di vittorie in Coppa del Mondo

Una vittoria speciale quella di Federica perché la iscrive di diritto nella storia dello sport italiano. Con questo successo, maturato per 59 centesimi su una Gut-Behrami che si aggiudica almeno la coppa di specialità, trova la 16a vittoria in Coppa del Mondo eguagliando il record di Deborah Compagnoni.

Leggi anche:  Sci alpino femminile, super G Lake Louise 2021 (VIDEO): Goggia beffa Gut e fa tris. 5ª Brignone

Questa stagione non sarà stata eccelsa per la figlia d’arte, detentrice della coppa di cristallo assoluta, ma può ancora tingersi di lustro con un finale che la porta a trovare altri podi e magari a superare la gigantista valtellinese.

Ancora super Italia in velocità

La vittoria della Brignone non è stata l’unica nota lieta di questa bella giornata trentina. Completano l’ennesimo tripudio azzurro altre tre nostre rappresentanti nelle prime sei. Al quarto posto una Elena Curtoni che ci sta prendendo gusto con le piazze di rilievo, davanti a Laura Pirovano, anch’essa in crescita esponenziale nonostante la giovane età, e alla solita immensa Marta Bassino.

  •   
  •  
  •  
  •