Atp Acapulco, Rafael Nadal si ritira. Masters 1000 americani a rischio?

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui

Rafael Nadal

Sesto ritiro consecutivo prima o nel corso di un torneo per Rafael Nadal: Basilea, Bercy e Atp Finals 2017, Brisbane, Australian Open ed Acapulco 2018

Ancora problemi fisici per il maiorchino, che ha convocato una conferenza stampa assieme al direttore dell’Atp 500 di Acapulco, Raul Zurutuza, nella quale ha annunciato il forfait. Così nel match in cui avrebbe dovuto giocare contro il connazionale Feliciano Lopez (non prima delle ore 03.00 italiane), scenderà in campo al suo posto il lucky loser giapponese Taro Daniel.
Rafael Nadal esprime tutto il dispiacere per questo ritiro: “Ho avuto un problema nelle ultime ore che è molto simile al problema avuto in Australia”, in cui si procurò uno stiramento al muscolo ileopsas destro (anca).

Una volta arrivato nella città messicana, il 19 febbraio, lo spagnolo si è allenato ad alta intensità per tre ore al giorno. Tutto sembrava andare per il meglio, quando ha avuto un riacutizzarsi del dolore e Rafael Nadal conclude: “I medici mi hanno detto che in questo momento per me non è possibile giocare. Ho provato fino all’ultimo momento, non è da me abbandonare. Mi dispiace per tutti i tifosi e per gli organizzatori del torneo”. In attesa degli esami strumentali, il maiorchino perderà i 300 punti della finale ottenuta lo scorso anno, in cui perse con lo statunitense Sam Querrey, consentendo a Roger Federer di allungare in classifica ma probabilmente è in dubbio anche la partecipazione ai primi due Masters 1000 della stagione, che si svolgeranno ad Indian Wells e Miami a marzo (in cui difendeva gli ottavi di finale in California e la finale in Florida, per un totale di 690 punti).

  •   
  •  
  •  
  •