Federer batte Evans al suo ritorno, ma che fatica!

Pubblicato il autore: Andrea Rao Segui

federer evans
Federer batte Evans dopo una lunga assenza. Lo scontro ha regalato grandi emozioni agli appassionati di tennis. Dopo 14 mesi re Roger è tornato e dimostra che, a 39 anni è in grado di dare ancora del filo da torcere. Nello scontro di ieri se l’è vista con il britannico Daniel Evans, n 28 del ranking, riuscendo a vincere non senza soffrire. Lo svizzero ha vinto il primo set al tie break, per 10 a 8. Nel secondo l’inglese ha rialzato la testa avendo la meglio sull’avversario per 6 a 3. Nel terzo e decisivo set la superiorità dell’ex numero 1 al mondo si è sprigionata consentendogli di salvare una palla break grazie ad uno dei suoi formidabili ace nel settimo game, mentre Evans ha neutralizzato un match point al decimo. Al dodicesimo, però, il trend è stato a favore dell’elvetico che ha chiuso 7-5, ottenendo il pass per il prossimo match che lo vedrà contrapposto al georgiano Basilashvili.

Federer Evans: dubbi sulla forma fisica dello svizzero

Nonostante la vittoria lo svizzero è apparso fuori forma. Sicuramente per un tennista rimasto lontano per oltre un anno dai campi da gioco può essere normale. Ma il match contro Evans ha mostrato come la stella elvetica sia ancora distante dal pieno della sua forza agonistica. Ieri Re Roger è apparso a tratti prevedibile e la sua formidabile bravura è emersa solo alla fine del match, quando con delle volèe ha piegato la resistenza dell’ inglese.

Una lunga riabilitazione e due infortuni: Federer-Evans tuttavia fa ben sperare i tifosi

Due operazioni al ginocchio destro e oltre 300 giorni di riabilitazione. Questi i numeri dell’esilio forzato del tennista  dalla terra rossa. Il ritorno fa ben sperare i suoi supporters anche se una domanda aleggia nelle loro teste: Roger Federer riuscirà a centrare i suoi obiettivi stagionali? In recenti interviste il suo manager, Tony Godsick, ha infatti dichiarato che due sono i traguardi che il suo assistito intende raggiungere nei prossimi anni: la vittoria degli Australian Open e la medaglia d’oro alle Olimpiadi del Giappone, patria del suo sponsor “Uniqlo”. La strada appare in salita per il quasi 40enne, ma la sua esperienza e capacità di gioco potranno essere sue fondamentali alleate nella corsa ai titoli.

  •   
  •  
  •  
  •