Wimbledon, Djokovic re per la settima volta

Pubblicato il autore: Antonio Villani

Tennis, Novak Djokovic è il re di Wimbledon per la settima volta in carriera, la quarta consecutiva. Il campione serbo ha sconfitto in finale l’australiano Nick Kyrgios in quattro set ( 4-6, 6-3, 6-4, 7-6) spuntandola al tie-break del quarto parziale 7-3. Come con Sinner e Norrie anche in questo caso Djokovic ha saputo rimontare e ancora una volta alzare al cielo il trofeo.

Wimbledon, Djokovic ancora sul trono

Wimbledon, Novak Djokovic ancora una volta ha dimostrato di essere il più forte riuscendo a trovare quest’anno il primo successo in uno Slam dopo l’esclusione dall‘Australia e la sconfitta contro Nadal al Roland Garros. In finale l’australiano Kyrgios che aveva “saltato” la semifinale per l’infortunio all’addominale di Nadal ha dato come nel suo stile spettacolo, innervosendosi molto spesso con il suo box e dando l’impressione in alcuni momenti di perdere completamente la concentrazione e il controllo  sul match. Non sono mancati i servizi dal basso a dare spettacolo ma soprattutto non è mancato tutto il suo talento che ha messo in difficoltà il serbo. Partito in vantaggio vincendo il primo parziale ha subito il ritorno di Novak. Nel tie-break del quarto e decisivo set due punti persi nel proprio turno al servizio hanno di fatto spianato la strada verso la vittoria a Djokovic.

A un passo da Federer

Questa vittoria a Wimbledon, la settima in carriera per Djokovic, avvicina il campione serbo al re dell’erba Roger Federer vincitore del torneo londinese per otto volte. La vittoria regala anche il titolo in un Grande Slam numero 21 , anche in questo caso ad una distanza di lunghezza da Rafa Nadal a quota 22. Numeri che fanno paura e che raccontano la storia di un grandissimo campione che legherà per sempre il suo nome a quello di questo sport.
Per Kyrgios che aveva raggiunto la sua prima finale di uno Slam vanno comuqnue fatti gli applausi per essere rimasto in partita per lunga parte del match, certamente quella di Djokovic non è stata una vittoria semplice.
Il tennis italiano , dopo la delusione per l’assenza di Berrettini, può gioire perchè Jannik Sinner è stato l’unico giocatore del torneo a costringere Djokovic al quinto set.

  •   
  •  
  •  
  •