Dove veder Laver Cup 2022, streaming e diretta TV Supertennis, Eurosport o Sky?

Pubblicato il autore: Andrea Riva

 Laver Cup 2022 streaming

Da venerdì 23 a domenica 25 settembre sarà in programma alla “O2 Arena” di Londra la quinta edizione della Laver Cup, la competizione che vedrà sfidarsi sei tennisti di paesi europei contro sei del resto del mondo.

Questo torneo di inizio autunno sarà l’ultimo dove giocherà il campione svizzero Roger Federer, che giovedì 15 settembre ha annunciato ufficialmente il suo ritiro dopo 24 anni di professionismo e tantissimi trionfi. Ovviamente tutti gli occhi saranno puntati su di lui, con lo svizzero che vorrà cercare di chiudere al meglio la sua strepitosa carriera. Alla Laver Cup ha partecipato tre volte e la sua squadra ha sempre vinto e lui non ha mai perso in singolo.

Laver Cup, i convocati

TEAM EUROPE:

Rafael Nadal
Novak Djokovic
Andy Murray
Roger Federer
Stefanos Tsitsipas
Casper Ruud
Capitano: Björn Borg
Vice-capitano: Thomas Enqvist

TEAM WORLD:

Felix Auger-Aliassime
Taylor Fritz
Diego Schwartzman
Jack Sock
Alex De Minaur
John Isner
Capitano: John McEnroe
Vice-capitano: Patrick McEnroe

Segui la Laver Cup 2022 su DAZN. Attiva ora

Dove vedere Laver Cup 2022 in tv e streaming

La Laver Cup sarà visibile sarà visibile su Eurosport (canale 210 del decoder Sky e disponibile anche sulla piattaforma DAZN per tutti i suoi abbonati). Inoltre ci sarà la possibilità di seguire tutto il torneo in streaming su Eurosport Player, il canale a pagamento di Eurosport dove la fruizione è possibile sottoscrivendo un abbonamento annuale o mensile, ma anche su Discovery +.

Leggi anche:  Mamma Lynette spiega il ritiro di Federer: "Non ne poteva più..."

Laver Cup 2022, il calendario completo

VENERDÌ 23 SETTEMBRE:

Dalle ore 14 

Casper Ruud (Europa) VS Jack Sock (Mondo)

A seguire

Stefanos Tsitsipas (Europa) VS Diego Schwartzman (Mondo)

Dalle ore 20

Andy Murray (Europa) VS Alex de Minaur (Mondo)

A seguire

Roger Federer / Rafael Nadal (Europa) VS Jack Sock / Frances Tiafoe (Mondo)

SABATO 24 SETTEMBRE:

Dalle ore 14

Matteo Berrettini (Team Europe) – Felix Auger-Aliassime (Team World)

A seguire

Cameron Norrie (Team Europe) – Taylor Fritz (Team World)

Dalle ore 20 

Novak Djokovic (Team Europe) – Frances Tiafoe (Team World)

A seguire

Matteo Berrettini/Novak Djokovic (Team Europe) – Alex de Minaur/Jack Sock (Team World)

DOMENICA 25 SETTEMBRE:

Dalle ore 13

Matteo Berrettini / Andy Murray (Europa) VS Felix Auger-Aliassime / Jack Sock (Mondo)

A seguire

Novak Djokovic (Europa) VS Felix Auger-Aliassime (Mondo)

A seguire

Stefanos Tsitsipas (Europa) VS Frances Tiafoe (Mondo)

A seguire

Casper Ruud (Europa) VS Taylor Fritz (Mondo)

Roger Federer, curiosità

Nella classifica di tutti i tempi del tennis maschile, è al secondo posto per numero di settimane complessive come numero uno del ranking ATP (310), dietro solo a Novak Djokovic (373). Federer detiene il record di settimane consecutive al primo posto del ranking ATP (237), davanti a Connors.

Nel 2007 concluse per il quarto anno consecutivo al primo posto nel ranking ATP: dall’introduzione della classifica computerizzata (dal 1973) è il quinto giocatore della storia a riuscirvi dopo Connors, J. McEnroe, Sampras e Lendl.

Leggi anche:  Van Der Poel parla dopo il ritorno dall'Australia: "Non avrei dovuto farlo...."

Nel febbraio 2018, all’età di 36 anni e 6 mesi, è diventato il tennista più anziano della storia ad occupare il 1º posto del ranking Atp.
Ha detenuto la posizione nº 1 almeno una settimana all’anno per 9 anni complessivi, dietro a Djokovic (11 anni) e Nadal (10 anni).

È l’unico tennista della storia ad aver trascorso almeno 200 settimane in ciascuna delle prime tre posizioni della classifica mondiale.

Nel settembre 2003 Federer lanciò una linea di cosmetici e fragranze chiamata RF Cosmetics. Nel dicembre dello stesso anno creò l’omonima fondazione, con lo scopo di aiutare i bambini disagiati, principalmente in Sudafrica. Si fece inoltre promotore fra i tennisti di un’iniziativa per aiutare le persone colpite dallo tsunami nell’Oceano Indiano, organizzando delle partite di beneficenza i cui fondi sono poi stati devoluti all’UNICEF.
Il 3 aprile 2006 fu nominato ambasciatore dell’UNICEF, mentre in dicembre fece il suo primo viaggio in qualità di Goodwill Ambassador dell’UNICEF, visitando i bambini delle città indiane del Tamil Nadu, in una regione completamente devastata dal maremoto del 2004. In occasione della giornata mondiale per la lotta all’AIDS del 2007 prestò la sua immagine per un video volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della trasmissione del virus dalle madri ai neonati.

Leggi anche:  Sonego-Zapata Miralles, dove vedere Atp Sofia 2022 LIVE oggi: diretta TV, streaming e orario

Nel 2010, in seguito al terremoto di Haiti, Federer, in collaborazione con altri tennisti, organizzò, durante l’Australian Open 2010, un evento di beneficenza chiamato ‘Hit for Haiti’, il cui ricavato venne destinato alle vittime del terremoto.

Federer, pressoché unico tra i professionisti di alto livello, non ha avuto per diversi anni un coach stabile. Dopo la rottura del sodalizio con l’australiano Tony Roche nel 2007, si è allenato per un breve periodo del 2008 sotto la guida dello spagnolo José Higueras. Dopo una collaborazione part-time con il capitano svizzero di Coppa Davis Severin Lüthi, in seguito alla sconfitta nei quarti di finale di Wimbledon 2010 decide di ingaggiare l’ex allenatore di Pete Sampras, Paul Annacone. La collaborazione dura fino a ottobre 2013, quando Federer decide di terminarla. All’inizio della stagione successiva annuncia che Stefan Edberg è il suo nuovo coach. Lo staff di Federer comprende ancora Lüthi, il quale è anche il capitano della squadra svizzera di Coppa Davis. Alla fine del 2015 Federer ed Edberg pongono fine alla loro collaborazione. Il main coach dello svizzero rimane Lüthi, affiancato dal croato Ivan Ljubičić, ex allenatore di Milos Raonic. Lo staff di Federer comprende inoltre Daniel Troxler, fisioterapista, e Pierre Paganini, preparatore atletico.

Roger Federer, la sua carriera in pillole

  •   
  •  
  •  
  •