Icardi e il bivio chiamato Real Madrid, sulle orme di Ronaldo

Pubblicato il autore: salvsaulle Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 09: Mauro Icardi of Internazionale in action during the Serie A match between Juventus and FC Internazionale at Allianz Stadium on December 9, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

(Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

È un bivio quello che riguarda l’ incertezza legata al futuro del capitano dell’ Inter Mauro Icardi, che tanto ricorda l’ addio  sofferto ai tempi del Ronaldo brasiliano.
Da una parte ha una tifoseria che sogna di averlo come capitano/bandiera del club nerazzurro ancora per lungo, come lo stesso Icardi, a piu riprese, ha fatto percepire evidenziando il forte attaccamento ai colori e alla città in cui insieme alla sua famiglia si trova benissimo.
Dall’ altra parte del bivio invece, Icardi sente di aver la possibilità di approdare in uno dei club più ambiziosi e prestigiosi nella storia del calcio, laddove hanno calpestato l’ erba di gioco innumerevoli fuoriclasse mondiali. La voglia di Icardi di misurarsi su certi palcoscenici europei è tanta e comprensibile, specialmente per un campione come lui che oltre ad avere caratteristiche atletiche e tecniche indiscusse, nonostante le forti difficoltà di squadra che nell’ ultimo periodo stanno attanagliando la sua Inter, riesce in ogni caso ad essere uno dei pochi capace di mostrare, in ogni partita e allenamento, uno spirito combattivo con generoso impegno e dedizione per la corsa Champions League che tanto sarà importante per il suo futuro in nerazzurro.

potrebbe interessarti ancheDalla Spagna, Napoli disposto a un compromesso per James Rodriguez: il punto

In questi giorni in merito, si è espresso un altro campionissimo della storia dell’ Inter del passato che tutti gli interisti e non solo, ricordano con estrema passione. Colui che ha ben conosciuto, nell’ estate del 2002, la strada che potrebbe condurre l’ attuale capitano dell’ Inter fino a Madrid, durante la prossima sessione estiva di calciomercato.
“Il Fenomeno” Ronaldo, come tutti lo ricordiamo, in una recente intervista ripercorre aneddoti di un passato indimenticabile con la maglia nerazzurra tanto amata. La sua è stata una parentesi importante dell’ era “Morattiana” conclusasi proprio con un approdo in terra spagnola sponda Blancos.
Ronaldo nell’ intervista afferma che: “Quando arrivò la possibilità decisi di andare al Real Madrid. E’
una squadra in cui tutti vogliono giocare”.

Come dar torto a queste parole, è un Club che milita attualmente in uno dei migliori campionati europei, che ti permette di alzare al cielo tanti trofei come poche squadre al mondo e raggiungere in breve tempo la vetta del panorama calcistico mondiale.
Per il bene del calcio italiano, dobbiamo tutti sperare che Icardi resti in Italia ancora per molto, perché altrimenti sarebbe l’ ennesimo campione che come tanti emigra in campionati ritenuti più all’ altezza, rispetto alla nostra Serie A, di poter offrire possibilità più importanti.

potrebbe interessarti ancheModric-Milan, salta tutto? Il croato non è convinto della proposta rossonera

notizie sul temaMilan, il colpo Modric tra sogno e realtàJuve, Mandzukic in bilico: il punto sul croatoIcardi, spunta una “dead-line” per accasarsi alla Juve: poi sarà assalto del Napoli. il punto
  •   
  •  
  •  
  •