Bayern Monaco, Coman: «In caso di nuovo infortunio, dico basta al calcio giocato»

Pubblicato il autore: Stefano Trentalange Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Per molti di noi, ogni anno della nostra vita può riservarci gioie inaspettate o, per contro, c’è la possibilità che diventino 12 mesi da incubo con l’unico auspicio che si possa voltare subito pagina con l’inizio dell’anno nuovo.
Un 2018 che ormai è agli sgoccioli non è certo stato un periodo da ricordare per calciatori come Kingsley Coman, ala offensiva del Bayern Monaco e della Nazionale francese fresca del titolo di campione del mondo in Russia.
Fin dai primi mesi di quest’anno che sta volgendo al termine, il giovane campione transalpino ha dovuto fare i conti con due infortuni gravi subiti alla caviglia. Dopo il primo stop e la successiva ricostruzione del legamento nell’arto inferiore, Coman non ha potuto prender parte al Mondiale poi vinto da Griezmann e compagni contro la Croazia. Come se la sfortuna si fosse accanita solo sul giovane talento francese, Coman ha dovuto fare i conti con una ricaduta sempre alla stessa caviglia già martoriata. A fine agosto, un duro intervento di Nico Schulz dell’Hoffenheim ha costretto Coman a sottoporsi ad una nuova operazione e a tornare in campo solo all’inizio di questo mese di dicembre.

potrebbe interessarti ancheLiverpool piega il Bayern Monaco

Nell’ultima gara giocata contro il Norimberga, l’ala del Bayern Monaco ha potuto finalmente riassaggiare il campo, giocando 27 minuti di partita utili alla sua graduale riabilitazione. Ai microfoni di Telefoot, Kingsley Coman ha voluto esprimere le sue emozioni dopo mesi di sofferenze e rinunce anche brucianti come l’occasione sfumata di far parte della vincente spedizione Mondiale dei Bleus: «È stato un anno molto difficile. Quando mi sono fatto male mi è cascato il mondo addosso. Spero di non dover rivivere quei brutti momenti che ho dovuto affrontare. Dovesse ricapitare ancora, vorrà dire che non sono fatto per vivere a questo livello. Ne ho abbastanza, non accetterei una terza operazione».
Queste dichiarazioni choc sono sufficienti per mettere sul chi va là tutti i tifosi più affezionati a Coman che, a soli 22 anni e con un curriculum che recita PSG, Juventus e, ora, Bayern Monaco, potrebbe dire basta alla vita stressante da calciatore professionista. Se il suo fisico non dovesse nuovamente rispondere in modo positivo durante la sua convalescenza, nulla toglie che il calciatore non abbia vita lunga nel calcio di alto livello.
Coman parla anche delle sue sensazioni legate alla mancata partecipazione agli ultimi Mondiali in Russia: «Se altre persone hanno avuto la fortuna di vincere delle cose, sono contento per loro. Non esserci stato non mi ha fatto e non mi farà arrabbiare. Ho vissuto la competizione come tifoso e ho pensato che fa parte della vita. Ovviamente spero ancora di avere l’opportunità di giocarne uno, perché è il sogno di ogni calciatore. Sono ancora giovane, mi auguro di giocarne uno o due». 

potrebbe interessarti ancheBayern Monaco-Liverpool streaming live e diretta TV Champions League, dove vedere il match oggi 13 marzo

Ricordiamo che il giocatore, parigino di nascita, è cresciuto nel vivaio del PSG per poi passare alla Juventus a parametro zero, dove ha avuto il tempo di disputare una sola stagione con una manciata di apparizioni per convincere il Bayern Monaco e Guardiola a puntare su di lui. 28 milioni di Euro è la cifra investita dai bavaresi tra prestito oneroso e diritto di riscatto per l’esterno offensivo di origini guadalupensi.
Un ultimo commento di Coman riguarda la situazione attuale delle sue due ex squadre precedenti: «I parigini sono una buona squadra, ma la squadra che mi ha impressionato di più sono i bianconeri. Il Bayern? Ho grande fiducia. Quando siamo tutti a disposizione siamo tra i migliori al mondo». Parole al miele per la sua ex compagine juventina come per il suo club attuale, per il quale Coman vorrebbe ripagare appieno le speranze che la dirigenza capeggiata da Hoeness ha riposto su di lui. A 22 anni sarebbe prematuro e doloroso essere già costretti ad abbandonare una carriera dal futuro luminoso e il sogno di diventare un calciatore importante. In bocca al lupo Kingsley!

notizie sul temaPartite Champions League oggi 13 marzo, orari e programma: stasera Bayern-Liverpool e Barcellona-LioneLiverpool-Bayern Monaco 0-0 (Video Highlights Champions League): verdetto rimandato all’Allianz ArenaDove vedere Liverpool-Bayern Monaco, live streaming e diretta TV Champions League, oggi 19/02 dalle 21.00
  •   
  •  
  •  
  •