Coppa Italia. Quando avanza la provincia

Pubblicato il autore: Roberto Liggi Segui

Ottavi di finale al via domani in Coppa Italia, e allo Stadio Olimpico è di scena Lazio-Novara, gara dall’esito soltanto apparentemente scontato nonostante il tecnico dei piemontesi, inseriti nel girone A della Serie C, William Viali, predichi umiltà e consideri la possibilità di giocare contro una squadra di serie A e per di più all’Olimpico di Roma, come una grande soddisfazione e un premio per la squadra.
Insomma, quasi come una passerella della squadra provinciale di turno al cospetto dei ben più famosi, blasonati e stra-pagati campioni della massima serie.
Eppure il Novara non sarà l’unica formazione non appartenente alla Serie A nella griglia di questi ottavi di finale di Coppa Italia; insieme agli azzurri piemontesi ci sarà anche il Benevento militante nel campionato cadetto a far visita alla “Scala del calcio”, peraltro già espugnata lo scorso anno in campionato contro il Milan, ma stavolta a vedersela contro gli “stregoni” sarà l’Inter di Luciano Spalletti.
Altro match tutto sbilanciato a favore della squadra di casa è quello che vedrà, sempre allo Stadio Olimpico, la Roma ricevere lunedi la Virtus Entella, squadra ligure di Chiavari con una lunga storia ma con un soltanto recente passato in serie B.

potrebbe interessarti ancheOlanda-Germania 2-3, Qualificazioni Europei 2020: vittoria esterna per gli uomini di Loew. Decide Schultz nel finale (video gol)

E sui social, su Twitter in particolare, i tormentoni si sprecano, ricordando che il solo Francesco Totti ha segnato più reti da solo che l’intera squadra dell’Entella nei suoi quattro anni di militanza in Serie B, e ancora che l’intero stadio comunale di Chiavari che ospita le gare di serie C dei liguri ha una capienza di ben tredici volte inferiore a quella dello Stadio Olimpico di Roma con soli 5535 posti a sedere contro i ben 72968 dell’impianto della capitale.
Ma la storia della Coppa Italia è piena di queste storie capaci di sovvertire il razionalmente immaginabile, nonostante un formato che sembra letteralmente costruito per spianare la strada alle solite forze del calcio italiano.

Anche quest’anno, come al solito, a entrare in scena in pieno agosto, nel primo turno eliminatorio sono 36 squadre, di cui 27 iscritte al campionato di Serie C e 9 a quello di Serie D. E cosi via, al secondo turno entrano in gioco le squadre di Serie B, mentre 12 formazioni di Serie A, fatta eccezione per le otto teste di serie, entrano in gioco soltanto al terzo turno.
Gli ottavi di finale prevedono otto gare ad eliminazione diretta con la squadra di serie A che ha il privilegio di poterla disputare di fronte al proprio pubblico, e nonostante ciò le sorprese non mancano.
Se lo scorso anno l’Inter era riuscita ad avere la meglio sul Pordenone soltanto dopo i calci di rigore a gara conclusa sullo 0-0, e l’anno prima il Cesena era riuscito ad approdare ai quarti di finale, è la stagione 2015-16 della Coppa Italia a riservare i maggiori colpi di scena.
Ben due squadre di Serie C, Alessandria e Spezia riuscirono infatti a raggiungere i quarti di finale, con i piemontesi degni di disputare una storica semifinale col Milan. Se gli spezzini erano riusciti a imporsi in trasferta con la Roma battendo i giallorossi ai calci di rigore negli ottavi di finale, per poi venire eliminati proprio dall’Alessandria, i piemontesi riuscirono nell’impresa di battere fuori casa il Palermo, il Genoa, e appunto lo Spezia prima di cadere davanti al Milan con un secco 0-6 nel doppio incontro.

potrebbe interessarti ancheUngheria-Croazia 2-1 (Video European Qualifiers): Szalai e Patkai affondano Perisic-Brozovic. Primo successo per il c.t. Rossi

Insomma,nonostante un formato che da anni vede il suo appeal appannato e sarebbe parzialmente da rivedere, la Coppa Italia è ancora in grado di regalare piccoli miracoli sportivi e sogni per le piccoli realtà provinciali .Vedremo se anche questa edizione saprà fare lo stesso.

notizie sul temaPaganese-Casertana 2-2 (Video Gol Serie C): Romano e Castaldo spaventano, Cesaretti e Parigi sistemanoSampdoria, Ferrero:”Voglio comprare la Roma un giorno”Catanzaro-Sicula Leonzio 3-0 (Video Gol Serie C): le Aquile del Sud tornano al successo grazie ai gol di Signorini, D’Ursi e Fischnaller
  •   
  •  
  •  
  •