Papa Francesco “il senso dello sport” al Congresso Annuale Unione Ciclistica Europea a Roma.

Pubblicato il autore: rossellagrasso Segui

L’ annuale Congresso Unione Ciclistica Europea si è svolto a Roma lo scorso 9 marzo in presenza del Pontefice e, per quest’anno, ha visto la partecipazione dell’ Assemblea della Confederazione Africana Ciclismo.
Le rappresentanze degli atleti per i due continenti si sono quindi riunite: l’appello di Papa Francesco ha evidenziato non solo il rapporto fra Stato e Chiesa nello sport, ma ha ulteriormente ricordato il senso verso cui dovrebbe eticamente muoversi l’agonismo sportivo.
Papa Francesco rivolgendosi al suo auditorium, ha espresso il suo pensiero: “gli atleti hanno straordinaria possibilità di trasmettere a tutti, soprattutto ai giovani, valori positivi della vita ed il desiderio di spenderla per obiettivi alti e nobili. Doping, disonestà, mancanza di rispetto per sé e per gli avversari, la corruzione inquinano la società”.
L’invito quindi ad uno sport “sano”, inteso non solo come beneficio per il corpo, ma soprattutto come giovamento per la mente, educazione psicologica, ad esempio non scoraggiarsi mai di fronte ai fallimenti e ricominciare sempre con tenacia e determinazione, poiché non importa quante volte si cade, ma quante volte ci si rialza. Autoeducarsi alla rinuncia ed al sacrificio tempra e fortifica il carattere, lo sportivo, quello vero, sopporta la fatica ed è audace. Il coraggio prima di tutto e, se fa parte di una squadra, conosce bene il valore della generosità, l’altruista aiuta sempre chi è rimasto indietro. Ne beneficia la stessa squadra.
Fattori inquinanti nello sport. Al Congresso Annuale Unione Ciclistica Europea il discorso di Papa Francesco ha tuonato contro i veleni che uccidono lo sport, ovvero la corruzione, la disonestà, l’imbroglio, tutte componenti che snaturano l’integrità del concetto di gara poiché  stimolano la sfrenata competizione dell’ego. Essa è come quel sasso che, una volta gettato nello stagno, allarga la sua azione a cerchi concentrici all’interno della società, della famiglia, della scuola, e gli ambienti di lavoro. La vittoria o il raggiungimento di un traguardo troppo spesso sono intesi non come la “giusta promozione” di un lungo lavoro, nota superiore che qualifica ed evolve l’esistenza personale, ma per prevalere e schiacciare gli altri. Sgomitare. Con quell’aberrante determinismo  caratteristico della nostra modernità, a qualsiasi livello sociale.
Quando Papa Francesco parla di valori alti e nobili a cui educare i giovani, non si riferisce alle rivalità o al machiavellico “qualsiasi mezzo pur di arrivare primo”, ma punta a quel raro obiettivo del miglioramento di sé, del perfezionamento del proprio talento, sportivo, artistico, scientifico, etc.
Nel suo discorso il Papa ha concluso rivolgendosi alle ” nuove specialità ” che si diffondono fra i giovani, con l’invito a prestare loro attenzione per comprendere il vero desiderio di realizzazione.

potrebbe interessarti ancheAmichevoli Juventus, il calendario estivo dei bianconeri: il 24 luglio c’è l’Inter per Sarri
potrebbe interessarti ancheAmichevoli Napoli 2019: calendario e orari delle prossime partite estive dei partenopei. Domani Napoli-Cremonese

notizie sul temaJuventus-Inter streaming gratis e diretta tv ICC, dove vedere il match 24 luglioMilan-Bayern Monaco streaming gratis e diretta tv in chiaro? ICC, dove vedere il match 24 luglioLecce-St.Georgen streaming e diretta tv? Amichevole, dove vederla oggi 23 luglio
  •   
  •  
  •  
  •