Mondiali 2018: finale Francia-Croazia, è l’ora della verità

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
RIO DE JANEIRO, BRAZIL - JULY 13: The World Cup trophy sits on display prior to the 2014 FIFA World Cup Brazil Final match between Germany and Argentina at Maracana on July 13, 2014 in Rio de Janeiro, Brazil. (Photo by Clive Rose/Getty Images)

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Il Mondiale russo si appresta a chiudere il sipario, e quale epilogo migliore se non attraverso la finale che andrà in scena quest’oggi, alle ore 17 (ora italiana), presso il “Luzhniki” di Mosca tra Francia e Croazia. I transalpini giungono a quest’appuntamento dopo aver chiuso al primo posto il girone C davanti a Danimarca, Perù ed Australia per poi sbarazzarsi dell’Argentina agli ottavi, dell’Uruguay ai quarti e mettere ko il Belgio in semifinale. Prestazioni altisonanti che hanno messo in evidenza una forza di squadra degna di nota, impreziosita da individualità di spicco come quelle di Mbappé, Griezmann e Pogba.

La Croazia, invece, ha chiuso a punteggio pieno il gruppo D, lasciando le briciole ad Argentina, Nigeria ed Islanda per poi mettere in mostra carattere, determinazione e tenacia nei turni successivi superando la Danimarca agli ottavi e la Russia ai quarti, entrambe ai calci di rigore, ed avendo ragione sull’Inghilterra, in semifinale, durante i tempi supplementari. Ora saranno una di fronte l’altra, entrambe intente e motivate nell’alzare al cielo la prestigiosa Coppa del Mondo.

potrebbe interessarti ancheVolley Europei maschili, Francia-Italia: dove vedere il match in tv e streaming, oggi 18 settembre

Per i Blues potrebbe essere la seconda nella loro storia, dopo quella vinta in casa nel 1998, cancellando, così, la finale persa contro l’Italia nel 2006. Discorso diverso per la Croazia, alla sua prima volta in un atto conclusivo di un Mondiale. Sino ad ora il miglior piazzamento raggiunto equivale al terzo posto ottenuto nel 1998. Tornando a parlare di Francia, per il c.t. Didier Deschamps ciò rappresenterà un evento di primaria importanza, in quanto in caso di trionfo entrerebbe a far parte della cerchia ristretta di coloro che abbiano conquistato un titolo mondiale sia nelle vesti di calciatore che di commissario tecnico: impresa riuscita, sino ad ora, solamente a Beckenbauer e Zagallo.

Nel frattempo, la giornata di ieri, è stata dedicata alle conferenze stampa della vigilia da parte dei due c.t. . A tal proposito, Didier Deschamps ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “E’ una bella sensazione poter giocare una partita del genere è la cosa più bella e più forte per un professionista. Sappiamo di avere una grossa possibilità e per noi questo è già un gran privilegio, ma non c’è euforia, c’è soltanto soddisfazione. Per poter arrivare al successo serviranno tre elementi fondamentali: serenità, fiducia e concentrazione. Saremo pronti“.

potrebbe interessarti ancheMondiali basket: con la Spagna medaglia d’oro, ecco la classifica finale della rassegna iridata

Dall’altra sponda, il c.t. croato Zlatko Dalic ha espresso tale pensiero in vista di un appuntamento irripetibile nella sua carriera: “Non abbiamo timore perché sappiamo che la partita più difficile l’abbiamo già superata, quella degli ottavi di finale. Questa, invece, è soltanto la più grande partita che ci capiterà mai di giocare. Nella nostra carriera non ci sarà mai un momento migliore, indipendentemente da quale sarà il risultato. Noi adesso siamo qui e dobbiamo goderci questa possibilità, perché ce la siamo meritata. Soprattutto i miei calciatori, hanno attraversato dieci anni di momenti durissimi e sono arrivati fin qui grazie ad uno straordinario carattere“.

Spostando l’attenzione sulle probabili formazioni, Deschamps  dovrebbe affidarsi all’oramai collaudato 4-2-3-1 con Lloris in porta, Pavard ed Hernandez esterni di difesa, la coppia centrale sarà composta dal duo Varane-Umtiti. La mediana sarà occupata da Pogba e Kanté, mentre sulla trequarti Mbappé, Griezmann e Matuidi agiranno a supporto della punta centrale Giroud. Modulo apparentemente a specchio anche per la Croazia che dovrebbe scendere in campo con Subasic tra i pali, Vrsaljko e Strinic lungo le corsie laterali. Centralmente fiducia alla coppia Vida-Lovren. Sulla mediana agiranno Rakitic e Brozovic, mentre sulla trequarti Rebic, Modric e Perisic, seppur quest’ultimo sia alle prese con un problema alla schiena, si muoveranno alle spalle della punta centrale Mandzukic. L’arbitro designato per dirigere la ventunesima finale mondiale è l’argentino Nestor Pitana.

notizie sul temaAmiens-Lione 2-2: Bodmer salva i padroni di casa nel recuperoArgentina-Francia 80-66 (Video Highlights Mondiali Basket): sudamericani in finale con la SpagnaFrancia-Andorra 3-0: Coman ancora a segno, Griezmann di nuovo ipnotizzato (video highlights)
  •   
  •  
  •  
  •