Ternana, l’arrivo di Fabio Liverani porta novità in Società

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello
Fabio Liverani

La Ternana ha scelto Fabio Liverani (Fonte ilfordrecorder.co.uk)

Come anticipato ieri sera da Sky Sport, notizia prontamente ripresa dalla nostra testata, nuovo giro di valzer sulla panchina della Ternana che esonera il 4° allenatore della sua travagliatissima stagione. A fare le spese della “programmazione” di Simone Longarini è stavolta Carmine Gautieri chiamato ai primi di gennaio a sostituire Benito Carbone che a sua volta aveva preso il posto di Sebastiano Siviglia subentrato per 48 ore ad agosto a Christian Panucci. Sembra il  ritornello della “Fiera dell’Est” di Angelo Branduardi ma è purtropppo solo la fredda cronaca di quello che è accaduto dalla scorsa estate ad oggi a Terni .

I nomi caldi per la panchina dei Rossoverdi sono tre, Cristiano Bergodi, un clamoroso ritorno di Benny Carbone e Fabio Liverani, ma la scelta sembra essere caduta con nettezza su quest’ultimo.  La notizia sarà ufficiale in giornata quando l’ex centrocampista di Perugia, Lazio, Fiorentina e Palermo sarà a Terni per la firma del contratto; sarà un biennale e da quel momento sarà lui a  guidare le Fere per questo ultimo scorcio di Serie B 2016-2017 e per la sempre più probabile Lega Pro 2017-2018. Con Fabio Liverani, dovrebbero sbarcare a Terni anche Marcello Donatelli che sarà il vice allenatore e Maurizio Cantarelli che sarà invece il preparatore atletico, ma sono possibili anche soluzioni alternative come Antonio Alessandria e Alessandro Scaia. La scelta di Fabio Liverani, fatta decisamente a sorpresa ha però un filo logico che porta dritto dritto all’avvio di un risiko societario che coinvolge diverse società militanti nei Campionati di Serie A, Serie B e Lega Pro. Vediamolo nel dettaglio basandoci sulle informazioni raccolte da una fonte confidenziale vicina agli ambienti del canale tv Agon Channel, emittente legata al mux 7 Gold e che da pochi mesi ha cessato la programmazione.

Il risiko societario

Fabio Liverani nella sua breve carriera da allenatore si è seduto sulle panchine di Genoa (6 partite nell’avvio della Serie A 2013-2014) e Leyton Orient società di Londra Est (guidata per 27 partite nella sfortunata stagione 2014-2015 quando gli O’s retrocessero nella 4° serie inglese). I proprietari di questi due team sono l’avellinese Enrico Preziosi e il romano Francesco Becchetti, due imprenditori che per vari motivi sono prossimi a cedere i propri club. Il primo sempre più tentato dalla sirene cinesi che in più di un’occasione hanno fatto recapitare manifestazioni di interesse a rilevare il Genoa, il secondo perché deluso dall’esperienza inglese dove tra l’altro è finito nell’occhio del ciclone per una storia di fatture irregolari e tutt’ora invischiato nella vicenda giudiziaria dal canale tv italo-albanese Agon Channel da cui sta emergendo senza problemi con tanta voglia di tornare a fare l’imprenditore sportivo in Italia.

Secondo alcune fonti vicine al proprietario del Leyton Orient Becchetti sarebbe intenzionato (con il supporto di Preziosi) a rilevare parte delle quote della Ternana in possesso della famiglia Longarini che sarebbe così a sua volta libera di procedere nella realizzazione di quello che è il progetto della famiglia, quello di entrare nell’azionariato della Lazio di Lotito e quello di rilevare il pacchetto completo del Latina Calcio società che di recente ha aderito al concordato fallimentare che da un lato non la riparerà dalla penalizzazione ma che dall’altro dal 1 luglio 2017 le permette di  essere rilevata a costi sostenibili.

Non sfugga al lettore più attento il fatto che Longarini non uscirà dalla Ternana e non sfugga nemmeno il fatto che Lazio, Latina e Ternana potrebbero trovarsi in tre categorie differenti non incappando pertanto nella scure federale che vieta di avere la proprietà di più sodalizi presenti nella stessa serie.

Quanto a Francesco Becchetti c’è da segnalare che alle spalle non ci sono solo esperienze negative come Agon Channel e Leyton Orient, è opportuno ricordare che parliamo di un uomo a capo di un gruppo economico solido, la Becchetti Energy Group società di famiglia che opera nel settore dei rifiuti e che si occupa di energie rinnovabili, società che vanta importanti partnership con Enel Power e Deutsche Bank e che all’alba degli anni 2000 si è tolto lo “sfizio” di conquistare il titolo italiano di Pallavolo maschile e la Coppa Cev (l’Europa League del volley) con la Piaggio Roma.

Chi è Fabio Liverani

Fabio Liverani è nato a Roma il 29 Aprile 1976 da madre somala, fuggita in Italia a quindici anni per evitare le atrocità della guerra e padre italiano, deceduto quando Fabio era solo quindicenne. E’ stato un giocatore di buon livello. Regista classico, dotato di una tecnica sopraffina, un sinistro educatissimo e una visione di gioco non comune che compensavano la poca rapidità, vanta tre presenze in nazionale e il record di essere stato il primo giocatore di colore ad indossare l’azzurro, è stato capitano della Lazio con la quale ha vinto la Coppa Italia 2003-2004 e, oltre alle cinque stagioni in biancoceleste, ha giocato anche per Perugia, Fiorentina (raggiungendo una semifinale di Coppa UEFA) e Palermo (qui Davide Ballardini disse di lui che era “il più bravo giocatore mai avuto in quel ruolo”), squadra con la quale ha disputato una finale di Coppa Italia persa contro l’Inter.

La sua carriera da allenatore inizia nel novembre 2011 quando viene nominato allenatore degli Allievi Regionali B del Genoa  di Enrico Preziosi. Nel 2012 ha svolto il corso per allenatori  di seconda categoria superandolo a pieni voti. Nella stagione 2012-2013 allena gli Allievi Nazionali sempre del Genoa e all’inizio della stagione 2013-2014 il presidente Preziosi gli assegna la guida della prima squadra. Non essendo stato inizialmente ammesso al Supercorso di Coverciano e non potendo figurare come il reale allenatore della squadra all’inizio risulta come vice di Roberto Murgita, problema tecnico risolto prima dell’avvio della stagione. Il 15 settembre 2013 Fabio Liverani stravince il derby contro la Sampdoria, 3-0 il risultato finale ma dopo appena 14 giorni viene esonerato, il suo ruolino in Serie A sarà di una vittoria, un pareggio e quattro sconfitte.

L’8 dicembre 2014 viene ingaggiato dal Leyton Orient di Francesco Becchetti dove sostituisce l’esonerato Kevin Nugent; La squadra milita nella Football League One, (la Lega Pro inglese). La stagione non è fortunata, il Leyton retrocederà in Football League Two (la nostra Serie D).

Ora l’esperienza alla Ternana dove Fabio Liverani spera di dimostrare di che pasta è fatto. L’ex centrocampista romano gioca prevalentemente con il 4-4-2 ma la maggior soddisfazione della sua carriera l’ha ottenuta con il 3-5-2 modulo che potrebbe essere adattissimo alle caratteristiche dei giocatori attualmente presenti nella rosa della Ternana.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •  
Tags: