Ricorso Palermo, anche il Collegio di Garanzia del Coni dice no: playoff al via stasera

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Palermo

18.26 – Anche il Collegio di Garanzia del Coni ha rigettato l’istanza cautelare presentata dal Palermo: l’organo giudicante ha ritenuto non sussistenti i presupposti per l’adozione del provvedimento in via d’urgenza

17.25 – Anche il Palermo, come il Foggia, attendo l’esito della discussione dinanzi al Collegio di Garanzia del Coni

14.01 – Il Palermo spera nella clemenza del Collegio di Garanzia del Coni: la richiesta di sospensione dei playoff verrà vagliata dall’organo giudicante, unitamente a quello del Foggia.

12.10 – Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, ha annunciato senza mezze misure battaglia per la difesa dei diritti del club rosanero: “Siamo  di fronte ad un sistema degli organi giudicanti del calcio viziato da un evidente conflitto di interessi. L’anno scorso, mi pare, si è atteso il secondo grado di giudizio. Balata? Per me si deve dimettere l’intero consiglio direttivo della Lega. Io su questa vicenda non mi fermo, non finisce qui. Sarà un’estate calda per i convenuti in giudizio“.

potrebbe interessarti ancheRoccella-Palermo 0-2 (Video Gol Highlights Serie D): terza vittoria per i rosanero

11.09 – Il Palermo non si arrende: nella tarda serata di ieri il club rosanero ha presentato al Collegio di Garanzia del Coni un ricorso attraverso il quale chiede la sospensione “inaudita altera parte dell’esecutorietà della decisione presa ieri della corte federale di appello“.

Ricorso Palermo, la Corte Federale d’Appello di è pronunciata in merito all’impugnazione della sentenza di primo grado da parte del club rosanero, emessa lunedì scorso dal Tribunale Nazionale Federale su segnalazione del Procuratore, che aveva ravvisato alcune irregolarità amministrative da parte della società dell’allora società presieduta da Zamparini: nessun accoglimenti dell’istanza di sospensione dei playoff, così come inoltrata dal club rosanero. L’ultima chance per la società siciliana è quella di ricorrere al Tar del Lazio per ottenere in via d’urgenza il blocco degli spareggi promozione: una strada che era percorribile sin dall’inizio, ma momentaneamente congelata da parte del team di legali che segue il Palermo, in attesa delle statuizioni della Corte Federale d’Appello. Che purtroppo ha deciso in senso negativo per i rosanero.

Ricorso Palermo, le disposizioni della Corte Federale d’Appello

La Corte Federale d’Appello ha rigettato il ricorso del Palermo, ecco il dispositivo della sentenza:

Considerato che, nella fattispecie, appare inconfigurabile anche il presupposto del periculum in mora, atteso: che l’inizio della disputa della fase finale del campionato (play off) non impedirebbe alla Lega di serie B – preso atto della eventuale decisione di accoglimento dell’appello della società U.S. Palermo e della conseguente necessità di assicurare effettiva ed efficace esecuzione alla stessa – di valutare, nell’ambito dell’autonomia assegnatale dall’ordinamento federale, l’annullamento delle gare play off eventualmente disputate e, quindi, ridefinire la lista delle aventi diritto a partecipare (nonché il relativo calendario) alla disputa della predetta fase finale per la individuazione della terza società del campionato di serie B titolata ad approdare nella categoria superiore; l’interesse prevalente delle altre società all’ordinario svolgimento della fase finale dei play off, come da classifica definita all’esito del giudizio di prime cure; l’interesse – anche sotto il profilo organizzativo – della stessa Lega di serie B, quale organizzatrice del campionato di categoria, che, nell’ambito della sfera di autonomia alla stessa riservata, ha legittimamente ritenuto di dare immediata esecuzione alla decisione del Tribunale Federale Nazionale, provvedendo a riscrivere la griglia dei play off ed annullando la disputa dei play out, non più necessari alla luce della riscrittura di fatto effettuata – iussu iudicis – dal Tribunale Federale Nazionale, che vede aggiungersi, quale quarta squadra, la reclamante U.S. Palermo alle ultime tre società in classifica già retrocesse per effetto dei risultati acquisiti “sul campo”.

potrebbe interessarti anchePalermo-Biancavilla streaming gratis e diretta tv Coppa Italia Serie D, dove vedere il match oggi dalle 16.00

P.Q.M.

La C.F.A., rigetta l’istanza cautelare come formulata dalla società U.S. Città di Palermo S.p.A. Ritenute sussistenti ragioni d’urgenza fissa, per la discussione del merito, la seduta del 23 maggio 2019, ad h. 14.30. Manda alla Segreteria per la convocazione delle parti costituite”.

notizie sul temaPalermo-San Tommaso 3-2 (Video gol highlights Serie D): tris con brivido finale per i rosaneroMarsala-Palermo 0-1 (Video Gol Highlights Serie D): buona la prima per i rosaneroSerie D: il calendario del Palermo 2019/20, tutte le partite dei rosanero
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: