Volley, Mondiale per Club: Civitanova da urlo, prima rimonta poi passa il turno. Fuori lo Zenit Kazan

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

 

Al Mondiale per Club partita pazzesca per la Lube Civitanova che prima rimonta la gara, poi sorpassa gli avversari e infine passa il turno del suo girone ai danni dello Zenit Kazan. Annullati 8 match ball ai campioni in carica che escono sconfitti. Esultanza speciale per Bruno Rezende: “Vittoria pazzesca“.


La maledizione sembra finalmente finita. Quel tabù chiamato Zenit Kazan esce ufficialmente dal Mondiale per Club, in programma in Polonia, grazie alla Lube Civitanova. Un incubo che sembrava non finire. Perdere un tie break in cui era in vantaggio 14-9 e poi hai avuto otto match ball per concludere la gara ma non sono stati sfruttati ti fa entrare di diritto nei primati negativi della storia moderna del volley. Peggio ancora se loro hanno giocato contro una squadra che schierava il primo palleggiatore con la mano destra fasciata a causa di uno scontro con i tabelloni pubblicitari all’ inizio del terzo set: inoltre ha chiuso la partita in battuta contro un ragazzo appena 19 enne, che era riuscito a mettere le mani a muro contro uno che di nome fa Earvin Ngapeth. Insomma una gara pazzesca.

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: le parole di coach Piazza a Voglia di Volley

Tutta la squadra ci ha messo del suo e perciò abbiamo vinto. Parole di Bruno Rezende che inoltre benedice il tocco a muro del ragazzino. Dalla sconfitta contro il Perugia in campionato, la squadra marchigiana ci ha messo la faccia e non ha fatto altro che crescere come gioco e come mentalità. La vittoria di ieri ne è la prova. Sul 14-9 per il Kazan sembrava davvero tutto finito, ma poi sono stati bravi e non hanno mollato mollato. Nel tie break hanno sbagliato, certo, qualche battuta di troppo e per questo li hanno fatti andare di nuovo avanti. Quando tutto sembrava finito il tocco a muro di Simon li ha mandati in crisi e da li in poi ci abbiamo creduto, era difficile. Alla fine hanno avuto ragione loro.

Non è la prima volta che Civitanova e Zenit Kazan si incrociano. Due sono le finali perse lo scorso anno proprio contro la squadra kazana in Champions e nel Mondiale per Club. Quest’ anno non è così perché i quattro volte campioni d’ Europa sono usciti dalla competizione per club proprio per mano della Lube, che in un colpo solo si è presa la rivincita ed ha eliminato uno degli avversari più temibili e pericolosi per la corsa al titolo finale. Miglior realizzatore? Sicuramente Earvin Ngapeth, che con Bruno ha condiviso le passioni e i trionfi modenesi e a cui lo lega un’amicizia fraterna. Ora per la Lube bisogna solo guardare avanti e pensare all’ avventura nel Mondiale per Club, che prosegue.

Leggi anche:  VNL - Italia vs Francia 3 a 2: il Tabellino dell'incontro

Mondiale per Club: il programma di oggi

Oggi continua la competizione in programma in Polonia. Alle 17.30, in diretta su Rai Sport, il Trentino Diatec affronta i brasiliani della Sada Cruzeiro che hanno perso la gara d’esordio al tie break con i polacchi del Resovia mentre la squadra trentina ha vinto all’ esordio con gli iraniani del Khatam Ardakam. Domani Lube di nuovo in campo per terminare le gare del girone di qualificazione e stabilire la classifica finale.

  •   
  •  
  •  
  •