Tyson e il trattamento per tornare in forma: sangue da cordone ombelicale dei neonati

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Iron Mike sta per tornare. Mike Tyson tornerà a combattere per beneficenza dopo il ritiro datato 2005. Un po’ come Rocky Balboa nel film omonimo del 2006, Tyson vuole dimostrare di avere ancora qualche cartuccia da sparare e la sua forma fisica attuale dimostra quanto l’ex campione dei pesi massimi sia pronto per la sfida. Fisico scolpito come un tempo per il pugile americano ma non solo: i suoi colpi sono ancora devastanti, come ha testimoniato il suo attuale allenatore Rafael Cordeiro, il campione statunitense ha ancora velocità e potenza da vendere.

Ancora non è chiaro chi sarà il suo sfidante ma i nomi caldi sono Ortiz e il rivale storico Evander Holyfield. Uno dei due affronterà un Tyson in forma straripante nonostante i suoi 53 anni, ma qual’è il segreto di questo fisico bestiale ritrovato?

Leggi anche:  Micol Di Segni: ‘Il combattimento è il mezzo per affrontare e sconfiggere le mie paure’

Il trattamento svolto da Mike Tyson

Il trattamento speciale di Tyson per tornare in forma oltre alla dieta vegana da lui stesso confermata, è stata la somministrazione di cellule staminali. Secondo il The Sun, la procedura relativa a questo trattamento si esegue attraverso del sangue che viene estratto dal cordone ombelicale di neonati, midollo osseo o grasso corporeo, per poi essere iniettato nel paziente. Lo stesso Tyson ha raccontato l’esperienza relativa al trattamento alla stampa:

“Quando hanno preso il mio sangue era rosso. Quando lo hanno iniettato era traslucido. Potevo quasi vedere attraverso il sangue. E da allora sono stato strano, mi sento equilibrato ora”.

Il trattamento al quale si è sottoposto il pugile USA ha un costo che varia dai 5.000 ai 25.000 euro e ha l’obiettivo di ridurre l’infiammazione, il dolore e aumentare il flusso sanguigno.

  •   
  •  
  •  
  •