Formula 1, Ferrari: le misure anti-Covid 19. Ecco il pilota che sostituirà Vettel o Leclerc in caso di positività

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui


Manca poco all’inizio del Mondiale 2020 di Formula 1 e quindi al Gran Premio d’Austria, il 5 luglio. Ad oltre tre mesi di distanza dai test invernali di Barcellona e dall’annullamento del primo Gran Premio della stagione, quello d’Australia, tutto è pronto ma con delle rigide misure per limitare i rischi di contagi. Ecco di seguito le parole rilasciate da Laurent Mekies, direttore sportivo Ferrari.

Formula 1 – Le parole di Laurent Mekies

Ecco le parole rilasciate da Laurent Mekies che spiega come è cambiata l’organizzazione dei team ai tempi del Covid-19:

“Ogni squadra può portare massimo 80 persone, di queste 60 sono ingegneri e tecnici. Opereremo come dentro una bolla. Nel paddock non ci saranno contatti fra squadre differenti se non indispensabili. Non solo, anche nel nostro gruppo saranno create diverse sottobolle: i meccanici della macchina di Leclerc non si mischieranno con quelli di Vettel e viceversa. L’ordine è limitare le interazioni, se non per casi di estrema necessità (esempio: la rottura di un motore o un’operazione che richiede lunghi interventi di smontaggio). In questo caso, le operazioni di cambio gomme non cambieranno molto perché anche prima del coronavirus 60 era il limite dei tecnici che potevamo portare in pista. Abbiamo dovuto lasciare a casa per la maggior parte figure non tecniche, e nello stesso tempo abbiamo aumentato il numero di procedure da remoto. Ma per certe manuali non è possibile. Abbiamo aumentato il supporto medico in pista e in albergo, mentre a Maranello le persone vengono testate regolarmente per essere in grado di sostituire in maniera tempestiva chi eventualmente risultasse positivo in pista. Certo, possiamo farlo solo per un numero limitato di persone, non rimpiazzare tutta la squadra. Non abbiamo un ‘Covid manager’, ma un gruppo di lavoro”.

Ecco cosa succede se uno dei due piloti dovesse contrarre il virus

La Ferrari ha allestito un piano B nel caso il Coronavirus colpisca la scuderia di Maranello. Se Sebastian Vettel o Charles Leclerc dovessero contrarre il virus, in pista scenderà Antonio Giovinazzi:

“Se Charles Leclerc o Sebastian Vettel non possono scendere in pista, al loro posto correrà Antonio Giovinazzi in prestito dall’Alfa Romeo“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Olimpiadi: nel villaggio niente preservativi, ma sì agli alcolici in camera