Ferrari, le parole dei due piloti dopo le qualifiche del GP di Stiria

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui


Piove sul bagnato in casa Ferrari. Le qualifiche bagnate del Gran Premio di Stiria dovevano essere un’opportunità per i due piloti della Rossa, ma così non è stato. Come una settimana fa, anche questa settimana una delle due SF1000 è finita fuori dalle Q3, ma questa volta è stato il turno di Charles Leclerc che si posiziona in undicesima posizione mentre Sebastian Vettel in decima. Ecco di seguito le parole dei due piloti Ferrari che commentano le prestazioni della power unit nelle qualifiche.

Le parole di Charles Leclerc

Charles Leclerc non entra in Q3 del Gran Premio d’Austria (Stiria) e chiude le qualifiche in 11° posizione. Ecco le parole del pilota monegasco:

“Sicuramente sapevamo che se la pioggia fosse tornata sarebbe cambiato qualcosa, ma non siamo abbastanza veloci per ora. Personalmente devo migliorare la guida in queste condizioni meteo, ma c’è del lavoro da fare. Il bilancio non era male, ma dobbiamo fare tanto lavoro ancora. Sapevo che fosse una situazione difficile, ho usato un setup più aggressivo ed è stato positivo sull’asciutto, ma sulla pioggia era più difficile. Ferrari inguidabile? No, non userei questo termine, ma difficile. L’obiettivo principale ovviamente è avere la macchina buona domani sull’asciutto e per questo penso che abbiamo fatto la scelta giusta“.

Le parole di Sebastian Vettel

Sebastian Vettel ha chiuso in 10° posizione le qualifiche, con distacco di oltre 2 secondi dalla magnifica pole position di Lewis Hamilton. Ecco le parole del pilota tedesco:

“Mi aspettavo di più dalla pioggia, ma nelle tre sessioni abbiamo avuto difficoltà. Non avevamo l’assetto giusto per il bagnato, le gomme non entravano in temperatura. La visuale era difficile, ma senza velocità è tutto più complicato. L’annata è lunga, non sappiamo la durata del Mondiale. Daremo tutto per migliorare gara dopo gara, al momento non siamo contenti della posizione e dobbiamo migliorare. Ci aspettiamo di più e speriamo che l’auto funzioni meglio dopo gli aggiornamenti che arriveranno, passo dopo passo. Quanto fatto finora sicuramente non va bene“.

  •   
  •  
  •  
  •