Big Show punito per la sua obesità

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Paul Donald Wight II, meglio conosciuto ai molti con il nome di Big Show, è uno degli atleti più conosciuti nel mondo del wrestling e della WWE. Il wrestler statunitense, sette volte campione del mondo, è tra i volti più amati nella federazione di Vince McMahon, nonostante nel corso della sua lunghissima carriera abbia cambiato più volte la caratterizzazione del proprio personaggio. Classe ’72, Big Show fa attualmente parte del roster di Raw, anche se compare in maniera sporadica nei match rispetto al passato, sintomo che la carriera dello statunitense possa volgere al termine a breve.

Jim Ross: “Big Show? Pensavo la sua obesità avesse accorciato la sua vita”

Certamente Big Show si è fatto notare per la sua notevole stazza, con i suoi oltre 2 metri d’altezza e 174 kg di peso. Però in pochi sanno che questa sua grossa stazza non sempre è andato giù ai vertici WWE. Infatti “The Giant” quando passò dalla WCW alla WWE iniziò ad ingrassare notevolmente, al punto che fu deciso di mandarlo in un centro per riuscire a fargli perdere più peso possibile, in modo da non costituire un problema per sé stesso e per gli altri wrestler. Jim Ross, storico commentatore WWE fino al 2013 e presente anche nella Hall of Fame, ha raccontato i particolari di quanto successo a Big Show in un’intervista a Conrad Thompson: “Sì ed è proprio lì che rimasi deluso. Pensavo che il suo peso e la sua obesità avrebbero accorciato la sua vitaNon era una cosa alla ‘Bene, non può fare una hurricanrana, o non può fare un suicide dive’ No cavolo. Pensavo fosse ad un passo o due dal non essere più un wrestler da poter mettere sotto contratto“.

Per questo motivo Big Show fu inviato in un OVW dall’Agosto 2000 fino al gennaio dell’anno successivo, in modo da permettergli di perdere più peso possibile per rientrare poi nel ring. Ci vollero, però, parecchi anni prima che iniziasse a perdere seriamente qualche kg, nel 2007 riuscì a dimagrire di ben 40 kg.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: