Elia Viviani, anomalia cardiaca per il corridore. Le dichiarazioni

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui


Elia Viviani
si trova agli Ospedali Riuniti Lancisi di Ancona dalla giornata di domenica sera dopo aver avvertito, durante un allenamento su strada in  Valpolicella, un’anomalia cardiaca. Il corridore ha commentato la sua situazione: “Domenica durante l’allenamento, ero in Italia, il mio cuore durante un lavoro in salita è balzato da un numero normale di battiti fino a 220 per 20-25 secondi: l’ho sentito e vi confesso che mi sono spaventato. Ho chiamato il mio medico italiano, Roberto Corsetti, cardiologo che mi segue da quando sono passato professionista, quindi da più di dieci anni: gli ho spiegato la situazione e lui ha subito deciso di fare degli approfondimenti, così l’ho raggiunto, ha fatto subito un elettrocardiogramma e un eco da sforzo per cercare di capire da dove venisse quell’aritmia strana”.

 

Leggi anche:  La Tirreno-Adriatico, programma, orario e info diretta tv

Elia Viviani, le condizioni del corridore

Elia Viviani, come riportato da Tuttobiciweb, ha poi aggiunto sul suo stato di salute: “Ora sto bene, il problema è risolto, ho un chip sotto la clavicola sinistra che registra l’attività del mio cuore: sono ottimista, voglio tornare in bici presto. Si parla di un recupero in 15 giorni, domani torno a casa a Montecarlo, nei prossimi giorni vedremo di capire quando e come ripartire con il lavoro. Confido che il mio programma resti uguale quindi con esordio all’UAE Tour, Tirreno e poi le classiche”.

  •   
  •  
  •  
  •