Tirreno-Adriatico 2021: il percorso ufficiale

Pubblicato il autore: Claudio Li Gotti Segui

E’ una delle più belle ed importanti corse del calendario mondiale di primavera, la Tirreno-Adriatico, che ieri ha visto la presentazione del suo percorso ufficiale. Edizione, questa del 2021, che promette scintille e spettacolo.
Sette tappe in tutto, una in meno dello scorso anno quando a vincere fu il britannico Simon Yates, con 17″ di vantaggio sul connazionale Geraint Thomas.
La partenza sarà da Lido di Camaiore, con una tappa per i velocisti, poi già nella seconda e nella terza frazione si assisterà ad arrivi movimentati (adatti ai cd. “finisseur“, con traguardi in pendenza). La quarta tappa di sabato 13 sarà una delle decisive: l’arrivo in salita a Prati di Tivo, ormai un classico (che nel 2012 vide trionfare Vincenzo Nibali), presenta una salita finale di oltre 14 km, con 22 tornanti e pendenze di punta tra il 7% ed il 12%.
Anche la quinta frazione sarà un banco di prova fondamentale, la cd. Tappa dei Muri con arrivo a Castelfidardo e che presenta per lunghi tratti pendenze attorno al 18%. La sesta tappa farà tirare il fiato agli uomini di classifica e sarà un’altra occasione per le ruote veloci, in vista dell’ultima frazione, la piatta cronometro di San Benedetto del Tronto  (l’anno scorso teatro della prestazione monstre del nostro Filippo Ganna) che darà il verdetto finale.

Leggi anche:  La Formula 1 delle moto d'acqua, ultima tappa del Campionato del Mondo in Kuwait

Le dichiarazioni di Nibali
Particolarmente soddisfatto l’alfiere del nostro ciclismo su strada, che ha già confermato la sua presenza alla “Corsa dei Due Mari” (vinta già due volte in carriera) e che ha dichiarato di non saper resistere al fascino di questa gara a tappe. Nibali correrà anche la Milano-Sanremo, quattro giorni dopo la fine della Tirreno-Adriatico; è probabile che la sua partecipazione sia solo l’occasione per testare le sue condizioni fisiche ma lo Squalo dello Stretto non è mai da sottovalutare.

  •   
  •  
  •  
  •