Zanardi, il Gip dispone nuovi accertamenti. Accolta la richiesta della famiglia

Pubblicato il autore: Emanuela Francini Segui

Zanardi
Continua ad andare avanti il procedimento giudiziario sull’incidente capitato a Zanardi il 19 giugno 2020. Tra poche settimane sarà un anno da quel terribile giorno, in cui l’ex pilota di Formula 1 si è andato a scontrare contro il tir guidato da Marco Ciacci. Quest’ultimo è l’unico indagato e nella giornata di mercoledì 26 Maggio si è svolta l’udienza. Il Gip di Siena si è riservato sulla decisione, disponendo nuovi accertamenti tecnici sull’incidente stradale. Accolta quindi la richiesta della famiglia di Zanardi.

Zanardi, l’iter giudiziario

Il Giudice per le indagini preliminari ha quindi deciso di accogliere la richiesta della famiglia. Come ricordato anche dall’Ansa, infatti, la procura ha chiesto di archiviare la posizione dell’unico indagato per lesioni colpose, l’autista. Marco Ciacci, assente in aula, si è scontrato contro Alex Zanardi mentre percorreva, con la sua handbike, la strada statale 146 a Pienza, in provincia di Siena. La procura non ha “ravvisato alcun nesso causale tra la condotta tenuta dall’autista alla guida dell’autoarticolato e la determinazione del sinistro stradale”.

Leggi anche:  Pallanuoto femminile, World League Super Final: definiti i quarti di finale

La famiglia di Zanardi, però, si è opposta alla richiesta di archiviazione attribuendo efficacia causale alla condotta del conducente del camion. Inoltre sosteneva che il parziale superamento della linea di mezzeria da parte dell’autoarticolato abbia determinato la manovra di sterzo a destra di Zanardi. Da questa manovra sarebbe poi conseguita la perdita di controllo del mezzo.

Ora ci saranno nuovi accertamenti, con la famiglia del pilota convinta della colpevolezza dell’autista. Intanto Zanardi continua la sua riabilitazione a Vicenza. A fine aprile Niccolò, figlio di Alex, ha raccontato alla Repubblica quali siano le condizioni del papà: “È cosciente già da un po’ di tempo, ormai da alcuni mesi. Piano piano sta migliorando. Sono piccoli passi. Ma sappiamo che è un percorso lungo, ci vorrà molto tempo”.

Leggi anche:  Pallanuoto femminile, World League Super Final: definiti i quarti di finale

Intanto un membro del team del quattro volte medaglia d’oro ha subito lo stesso destino di Alex. Pariamo di Gioacchino Fittipaldi, investito da un tir mentre si allenava con la sua handbike. Per fortuna sta bene e sembra essere ormai fuori pericolo.

  •   
  •  
  •  
  •