Zanardi come sta? Il campione è tornato a casa. Ecco gli aggiornamenti

Pubblicato il autore: Emanuela Francini

Zanardi
Finalmente dopo settimane di silenzio ci sono aggiornamenti sullo stato di salute di Alex Zanardi. Le ultime notizie ci dicono che Alex è tornato a casa. A 18 mesi dal terribile incidente occorso in Toscana, mentre era intento a prendere parte a una manifestazione benefica a bordo della sua handbike, il campione di Castelmaggiore continua a mettere tutto se stesso nella riabilitazione e, dopo diversi mesi di comprensibile silenzio, Daniela, moglie di Alex, ha aggiornato tutti sulle condizioni del pluri campione IndyCar e paralimpico.

Daniela lo ha fatto rilasciando un’intervista al sito BMW, Casa a cui Alex è legato.

Alex Zanardi a casa con la famiglia

La moglie di Zanardi ha rivelato sul recupero: “Il recupero continua ad essere un processo lungo. Il programma di riabilitazione condotto da medici, fisioterapisti, neuropsicologi e logopedisti ha permesso progressi costanti. Naturalmente, le battute d’arresto ci sono e possono ancora verificarsi. A volte bisogna anche fare due passi indietro per farne uno in avanti. Ma Alex dimostra continuamente di essere un vero combattente“.

Leggi anche:  Mondiali Courchevel Meribel 2023, dove vedere combinata femminile sci alpino LIVE oggi: diretta TV, orario e start list

L’ex pilota F1 ha fatto passi importanti in avanti, al punto da tornare finalmente nella propria abitazione: “Un passo importante è stato che Alex ha potuto lasciare l’ospedale qualche settimana fa e ora è tornato a casa con noi. Abbiamo dovuto aspettare molto a lungo per questo e siamo molto contenti che ora sia stato possibile, anche se per il futuro sono previsti ancora dei soggiorni temporanei in cliniche speciali per effettuare particolari misure di riabilitazione in loco“.

Per fortuna l’ambientamento è andato benissimo: “Dopo il lungo periodo in ospedale è importante per lui tornare con la sua famiglia e nel suo ambiente familiare. Bisogna anche considerare che, a causa della situazione legata al COVID, Alex ha avuto intorno a sé per un anno e mezzo solo persone con maschere e dispositivi di protezione. Inoltre, a causa delle ampie e importanti misure di protezione nella clinica, le possibilità di visita sono, ovviamente, molto limitate”.

Ha poi continuato: “Alex non incontra amici e parte della famiglia da un anno e mezzo. Solo io, nostro figlio e la madre di Alex potevamo fargli visita, ma sempre solo una persona al giorno e questo solo per un’ora e mezza. Tutto questo non ha contribuito a rendere la situazione più facile per Alex. Quindi aiuta il fatto che ora sia a casa con noi, anche se anche a casa attualmente può stare solo con i famigliari più stretti, dato che il numero di Corona sta aumentando di nuovo“.

Leggi anche:  Mondiali Courchevel Meribel 2023, dove vedere combinata femminile sci alpino LIVE oggi: diretta TV, orario e start list

Come sta?

Ma come sta?  “Per quanto riguarda la sua condizione fisica, ci sono molti progressi. Alex ha sempre più forza nelle braccia, che è aumentata molto. E, a parte l’ospedale dove stava molto a letto, Alex ora passa la maggior parte della giornata sulla sedia a rotelle con noi. Si riposa solo un po’ nel pomeriggio dopo pranzo“.

 

  •   
  •  
  •  
  •