Materazzi è il giocatore più odiato dai francesi secondo France Football

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

materazzi
Che Marco Materazzi non fosse ben visto in Francia era facile aspettarselo, dopo quanto successo la notte del 9 luglio 2006 quando durante la finale della Coppa del Mondo provocò Zinedine Zidane, che colpì il difensore italiano con una testata prima di essere espulso e di accompagnare i Bleus alla lotteria dei rigori.
Ora a mettere le cose in chiaro ci ha pensato la rivista francese ‘France Football’, che ha eletto l’ex difensore dell’Inter come giocatore più odiato dai tifosi di calcio francesi.
Sul podio a fargli compagnia troviamo però due francesi, Samir Nasri del Manchester City e Mathieu Valbuena del Lione.
E a rappresentare l’Italia troviamo anche Thiago Motta, centrocampista del Psg campione di Francia.

La classifica dei giocatori più odiati in Francia secondo France Football:

1. Marco Materazzi
Guai a toccare Zinedine Zidane, o avrete nemici giurati in Francia. Materazzi viene visto come l’ostacolo tra la seconda Coppa del Mondo e il capitano dei galletti, reo di aver giocato sporco e di aver provocato il fantasista franco-algerino, eletto miglior giocatore di quell’edizione nonostante il suo “colpo di testa”.

2. Samir Nasri
Il centrocampista francese del Manchester City si merita la medaglia d’argento per aver espressamente dichiarato di non rispondere alle chiamate della sua nazionale fin quando sulla panchina dei bleus siederà Didier Deschamps.

3. Mathieu Valbuena
Visto in patria come simulatore doc, sul terzo gradino del podio sale anche il trequartista del Lione Valbuena, reo di aver travolto nello scandalo del sextape il compagno di nazionale Benzema.

4. Franck Ribery
Il calciatore del Bayern Monaco non gode di tanta simpatia per colpa della vicenda della prostituta minorenne Zahia, che finì nel suo letto, e per aver voltato le spalle alla nazionale francese.

5. Patrice Evra
Il terzino della Juventus, capitano dei bleus al Mondiale 2010, viene ricordato ancora come uno degli artefici della deludente spedizione sudafricana.

6. Harald Schumacher
Il portiere della Germania ai Mondiali spagnoli del 1982 viene ricordato negativamente soprattutto per i fatti della “notte di Siviglia”, quando nel secondo tempo supplementare della semifinale contro i transalpini colpì in uscita il difensore francese Battiston causandogli la rottura di due denti, l’incrinamento di due vertebre e un paio di giorni di coma.

7. Thiago Motta
I colpi proibiti rifilati sul campo agli avversari fanno di lui uno dei giocatori più cattivi della Ligue 1, in particolare dopo il pugno rifilato a Ferri del Lione.

8. Fabrice Fiorèse
Viene ricordato ancora per il suo passaggio dal Psg ai rivali del Marsiglia: la notte in cui tornò al Parco dei Principi venne preso di mira dai suoi ex tifosi e compagni, e fu costretto a farsi proteggere da alcuni poliziotti in occasione di un calcio d’angolo.

9. Brandao
Secondo i francesi si capisce che è brasiliano solo dal cognome: a Marsiglia non ha lasciato un gran ricordo di se a causa dei suoi problemi fisici e legali e della sua scarsa tecnica.

10. Emir Spahic
In 57 presenze con il Montpellier tra il 2009 e il 2011, il cugino di Edin Dzeko ha collezionato ben 16 cartellini gialli e 3 cartellini rossi, sufficienti per ottenere la reputazione di giocatore falloso.

  •   
  •  
  •  
  •