Neymar multato di 46 milioni di euro per evasione fiscale

Pubblicato il autore: Al Rey Segui

Neymar multato di 46 milioni di euro per evasione fiscale

Neymar multato per aver frodato il fisco di circa 63,6 milioni di Reais, ovvero 15,5 milioni di euro ricevuti come compensi da Nike, Santos e Barcellona. Ma non è tutto, Neymar è stato ritenuto responsabile di numerose operazioni fraudolente e finti contratti con società create ad hoc. Secondo il quotidiano sportivo La gazzetta dello Sport, l’Agenzia delle Entrate di Rio de Janeiro ha notificato a Neymar oltre due settimane fa una condanna al pagamento di una maximulta di circa 46 milioni di euro. Il revisore fiscale brasiliano Claudia Develly Montez ha indagato tra le dichiarazioni dei redditi di Neymar dal 2012 al 2014 ed ha trovato diverse incongruenze.

I guadagni di Neymar venivano dirottati verso aziende del padre

L’indagine è partita sulla base di dichiarazioni dei redditi poco probabili il cui fine nascosto era l’evasione fiscale. Gran parte dei guadagni dell’attaccante del Barcellona venivano dirottati presso tre società gestite dal padre, in maniera da consentirgli di risparmiare oltre 15 milioni di euro di tasse. Adesso il calciatore dovrà pagare circa 188,8 milioni di Reais, pari a 46 milioni di euro, sempre che non voglia fare ricorso al consiglio amministrativo dell’Agenzia delle Entrate di Brasilia.

Neymar non è nuovo ad imprese negative

Dopo questa vicenda tutti i social si sono scatenati contro Neymar multato per evasione fiscale, anche se non è certo il primo caso e non sarà l’ultimo nel mondo dorato del pallone. Neymar da Silva Santos Júnior è un attaccante del Barcellona classe 1992, considerato tra i migliori giocatori del mondo al punto che molti lo paragonano al grande Pelè. Ha iniziato la sua carriera nel Portuguesa Santista dove ha giocato fino al 2003, poi è passato al Santos dove ha giocato 103 partite segnando 54 reti fino al 2013, anno in cui è passato al Barcellona. Nel 2013 ha iniziato l’anno vincendo il suo secondo pallone d’oro consecutivo, che va ad aggiungersi agli altri trofei conquistati come il Campionato sudamericano Under 20 Perù 2011 e la Confederations Cup Brasile 2013. Neymar multato per evasione fiscale non ci voleva proprio all’immagine del giocatore e della società blaugrana, anche se il talento brasiliano non è nuovo ad imprese negative. A causa del suo brutto carattere si è trovato spesso in contrasto con gli avversari o i giocatori della sua stessa squadra durante le partite. Nella gara Santos Ceará, ad esempio, ha insultato i calciatori avversari scatenando una rissa in campo; in un’altra occasione, dopo aver conquistato un calcio di rigore e non averlo battuto, non ha festeggiato il gol e ha giocato senza più passare il pallone ai compagni di squadra.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: