Modena, Caliendo ormai impresentabile e le istituzioni stanno a guardare

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui


AAA cercasi disperatamente nuovo proprietario del Modena. Che sia possibilmente danaroso e un sincero tifoso della compagine gialloblù. E’ questo il sentimento che prevale in queste ore nel cuore del popolo gialloblu. Basta leggere i commenti contenuti nel gruppo di Facebook Orgoglio Canarino. Antonio Caliendo non è più presentabile. Non solo in quattro anni ha portato “allegramente” la sua squadra dai playoff di serie B alla zona playout di Lega Pro. Il nostro è anche affetto da numerose paranoie. Si dice che abbia una lista di giornalisti amici e giornalisti nemici, tra i quali verrà inserito anche lo scrivente dopo questo articolo. Ma non comunica, non si espone, non dice una parola, lasciando l’ingrato compito di “metterci la faccia” all’incolpevole direttore sportivo Luigi Pavarese, che a gennaio è riuscito nell’impresa di fare un mercato dignitoso e decoroso con un budget di due lire. Caliendo vive nel suo mondo, sospeso tra “l’ingrata” Modena e il buen retiro di Montecarlo. I tifosi che contestano? “Non sono più di una quindicina e li conosco uno ad uno”, ebbe a dire l’attuale presidente. E il Comune di Modena, nella fattispecie il sindaco Muzzarelli (nella foto) e l’assessore allo sport Guerzoni? A parte i ripetuti solleciti a Caliendo perché paghi le rate dello stadio, nada de nada. E purtroppo non c’è la fila di imprenditori del territorio tifosi e disposti a spendere davanti alla sede del club in Viale Monte Kosica.

Leggi anche:  Coppa Italia, probabili formazioni Inter-Milan: dubbi per Pioli, Conte lancia Eriksen?
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: