International Champions Cup: Roma vetrina europea

Pubblicato il autore: Giuseppe Porro Segui


È partita la International Champions Cup, che vede impegnate tra le altre le italiane Juventus; Roma; Milan (sconfitto nella notte dal Borussia Dortmund per 3-1) ed Inter. I giallorossi di Eusebio Di Francesco che saranno impegnati nella prossima Champions League (sorteggio dei gironi il 24 agosto a Monaco dove i giallorossi saranno in terza o quarta fascia) troveranno in questa tournée/competizione un ghiotto antipasto per le aspirazioni europee e di crescita collettiva della squadra giallorossa, orfana di mister Spalletti (ora all’Inter) e dei titolari: Szczesny (Juventus); Rudiger (Chelsea) e Salah (Liverpool) ma con un Eusebio Di Francesco pronto a far giocare i suoi corti e compatti, anche se ci vorrà tempo e lavoro, pronti via (stanotte) i giallorossi saranno ancora imballati (per i pochi che erano a Pinzolo) ed incompleti (i big ed i nuovi acquisti si sono uniti al gruppo in partenza per gli States, tranne il giovane turco Under per problemi di visto e il nuovo arrivo Defrel che dovrebbe partire subito dopo le visite mediche di rito) dove mancheranno almeno 3 titolari per la prossima Roma, ovvero: I due esterni bassi (Kardsdorp ed Emerson), ed il vice Salah che potrebbe essere un altro nord-africano, ovvero l’algerino del Leicester, Mahrez.
La Roma incontrerà stanotte (ore 02;00 ora italiana) il Psg di Unai Emery; poi il Tottenham (mercoledì 26 luglio ore 02;00) ed infine la solita rivale di sempre, ovvero la famigerata Juventus che è l’obiettivo/incubo vero dei giallorossi. Tre compagini che parteciperanno alla prossima Champions League e potrebbero essere i prossimi avversari della squadra di Eusebio Di Francesco sin dalle prime battute della massima competizione europea.
Quindi l’International Champions Cup sarà un metro di giudizio importante per capire le ambizioni stagionali della compagine giallorossa che dovrà provare a ripetersi in un campionato che oltre ai bianconeri ed il Napoli, ritroverà le milanesi made in Cina pronte a dare battaglia fino alla fine.
Intanto stanotte potremo ammirare i giallorossi ancora in versione “lavori in corso” con una ormai certezza non ancora assimilata, ovvero quella di avere dopo tanti anni un nuovo capitano (anche se De Rossi è segno di continuità) mentre l’eterno Capitano vestirà i galloni di colonnello, stanotte al cospetto dei parigini che vorrebbero aggregare Neymar al già completo undici transalpino, ci sarà una Roma ancora “incompiuta” che aspetta di essere modellata dal ds Monchi che sicuramente sa e farà il suo dovere. Psg; Tottenham e Juventus tre test importantissimi per misurare le velleità di Allison finalmente titolare, di Bruno Peres che dovrà far vedere di essere diverso dallo scorso anno, di Manolas e della sua voglia (ritrovata?) di che pasta e fatto Moreno, del “rinnovato” Nainggolan e dalla “voglia” dei “vecchi” De Rossi e Strootman e del nuovo “recomperado” Pellegrini, dei nuovi acquisti che dovranno arrivare aspettando le conferme di molti già presenti a partire da due conferme, il capocannoniere della Serie A e dell’Europa League, ovvero Edin Dzeko (passato in poi in sordina) e del vero nuovo acquisto e jolly giallorosso (a proposito di continuità) ovvero Alessandro Florenzi. Manca poco, l’International Champions Cup ci darà certezze e risposte.

Leggi anche:  Bologna, Mihajlovic: "Così non andiamo da nessuna parte"
  •   
  •  
  •  
  •