Serie B, oggi la 12.a giornata. Il programma dei match del 28 ottobre

Pubblicato il autore: Barbiera Vincenzo Segui

La Serie B torna subito in campo dopo il turno infrasettimanale con in programma otto partite il sabato 28/10 alle ore 15:00, due la domenica 30/10 alle ore 15:00 e 17:30 e si conlude lunedì 31/10 alle ore 20:30.
Le otto partite di Serie B in programma sabato sono:
Pescara-Brescia; Salernitana-Empoli; Venezia-Frosinone;  Cesena-Novara; Cremonese-Perugia; Palermo-V.Entella; Spezia-Cittadella; Bari-Ascoli.
Vediamo nel dettaglio questi match di Serie B.
Analisi dei match della 12° giornata di Serie B:

PESCARA-BRESCIA
Pescara-Brescia secondo le aspettative potrebbe essere la partita più divertente di questa giornata di Serie B.
I due allenatori, Zeman e Marino, amano il gioco offensivo anche a costo di lasciare molti spazi in fase di copertura.
Inoltre essi allenarono a parti inverse le squadre che oggi ritrovano come avversarie.
Entrando nel dettaglio possiamo subito notare come le due squadre non stiano vivendo un periodo di forma eccezionale: il Pescara è molto altalenante nelle prestazioni e a mio avviso non è attrezzato per competere direttamente per la promozione; il Brescia, società rilevata da Cellino questa estate, è stata ben costruita ma non ha ancora trovato la giusta continuità, nonostante il morale sia aumentato dopo l’ultima vittoria contro il Bari, per dare corpo concreto al progetto.
Probabile “goleada” in questo match in cui vigge la regola: “la miglior difesa è l’attacco”.

SALERNITANA-EMPOLI
Allo stadio “Arechi” la Salernitana ospita l’Empoli prima in classifica di questa Serie B.
La Salernitana, che ha più continuità con ben otto risultati utili consecutivi e una sola sconfitta, di fronte si troverà l’Empoli che invece è quella con più vittorie all’attivo (6 su 11 partite giocate).
Partita difficile per l’Empoli che in trasferta non è mai riuscita a mantenere la porta inviolata e che dovrà provare a contenere l’entusiasmo di una squadra e di una tifoseria infervorati da una splendida vittoria in rimonta nel derby contro l’Avellino.
Sarà una partita molto equilibrata in cui però ci si può aspettare qualsiasi colpo di scena.

Leggi anche:  Supercoppa, Juventus-Napoli 2-0: proteste Napoli sull'1-0 e rigore concesso con il Var. Ecco la Moviola

SPEZIA-CITTADELLA
Spezia-Cittadella è il classico match in cui la posta in palio non viene quasi mai divisa, o si vince o si perde, non esistono vie di mezzo.
Lo Spezia 18° in classifica di Serie B sfiderà tra le mura amiche un Cittadella 10° che veleggia in serenità avendo dato prova di tempra caratteriale e fisica; tempra che è mancata anche fin troppe volte agli uomini dello Spezia che in diverse occasioni hanno subito l’aggressività avversaria.
Anche l’aspetto morale è importante: Il Cittadella viene da una vittoria sul Venezia che ha caricato l’ambiente; Lo Spezia invece dopo la sconfitta rimediata contro l’Ascoli è crollata e la tifoseria non ha tardato a fare sentire il suo disappunto.
Partita che pende più dalle parti del Cittadella ma questa Serie B ci ha insegnato ad aspetta il triplice fischio finale prima di porre sentenza.

VENEZIA-FROSINONE
Scontro di alta classifica allo stadio “Pier Luigi Penzo” tra due squadre che hanno dimostrato di poter lottare per obiettivi importanti.
Frosinone 2° in classifica a 19 punti e Venezia 5° a 17.
Le due rivali mettono in campo due filosofie e due stili di gioco diametralmente opposti: Il Venezia fa della solidità difensiva la sua arma migliore, il reparto arretrato dei centrali ( Modolo,Andelkovic,Domizzi) è di grande esperienza per questa Serie B e gli esterni del 3-5-2 retrocedono sempre nel momento di non possesso palla a dare supporto ai tre centrali creando di fatto un 5-3-2; Il Frosinone invece non rinuncia mai ai tre attaccanti Soddimo Ciano e Ciofani, anche perchè sono gli uomini di maggiore talento presenti in rosa.
Difficile provare a capire quale possa essere l’andamento della gara ma è sicuro che mentre la squadra di Longo concede tanto in difesa la squadra di Inzaghi è quella che ha ottenuti più punti nelle ultime cinque giornate di Serie B: 10 totali su 15 ottenibili.

Leggi anche:  Auriemma: "Cuadrado guarito dal Covid e migliore in campo contro il Napoli? La sua cura potrebbe salvare la popolazione mondiale" (VIDEO)

BARI-ASCOLI
Partita non semplice per l’Ascoli che andrà a difendere la striscia di sei risultati utili consecutivi, e l’ultima vittoria ai danni dello Spezia, in un “San Nicola” dove il Bari difficilmente sfigura e perde (4 vittorie su 5 partite).
Inoltre gli uomini di Grosso devono farsi perdonare la deludente trasferta di Brescia e lo stesso tecnico ha più pedine da poter sfruttare anche in durante la partita rispetto al collega.
Risultato quasi scontato quello che verrà fuori al termine dei 90 minuti al “San Nicola”.

CESENA-NOVARA
Il Cesena nell’ultimo turno ha approfittato del pessimo momento del Perugia, alla quinta sconfitta consecutiva, e ha portato a casa tre punti fondamentali per una classifica che si stava facendo sempre più preoccupante.
I limiti a livello tecnico della rosa permangono, ma da quando Castori ha sostituito Camplone la squadra ha uscito attributi e grinta e i risultati, anche se a volte solo sul piano del gioco e del carattere e non su quello del risultato, si sono visti.
Inoltre inizia a intravedersi qualche individualità di spicco: sta giocando molto bene a centrocampo Dalmonte, Jallow può fare valere la sua velocità negli schemi in contropiede di Castori, e anche Laribi è tornato su buoni livelli.
Il Novara nel turno infrasettimanale contro la Salernitana ha rovinato quanto di buono era stato fatto nelle ultime 4 giornate ( 3 le vittorie ottenute tra cui quella contro il Palermo al Barbera).
I rispettivi allenatori delle due squadre sono particolarmente attenti alla fase di non possesso palla e da questa particolare attenzione ai movimenti dei giocatori negli spazi potrebbe nascere una partita lenta e di studio.

Leggi anche:  Insigne cerca il 100° gol in azzurro ma sbaglia quello più importante

CREMONESE-PERUGIA
Partita da cui trarre il massimo profitto per la Cremonese che affronterà un Perugia allo sbando che ha già incassato 5 sconfitte di fila e 16 gol in Serie B, numeri che hanno causato le dimissioni del tecnico Giunti.
Il Nuovo mister del Perugia, Breda, di certo non ha avuto il tempo necessario per inculcare la sua idea nella testa dei ragazzi e per riparare i cocci (si aggiungono le perdite per squalifica di due centrali:Monaco e Volta; e del centrocamppista Colombatto) di questo vaso che a inizio stagione era tra i più decorati e belli.
La Cremonese quindi ha tutte le carte in regola per centrare tre punti che le permetterebbero di allungare la striscia di sei risultati utili consecuti e di aumentare il bottino di sette punti conquistati in tre partite.
In casa la Cremonese è imbattuta in queste prime cinque partite di Serie B  giocate e ha segnato ben nove gol, quasi due in media a partita.

PALERMO-V.ENTELLA
Partita fondamentale per gli uomini di Tedino che devono trovare continuità nelle vittorie e nella realizzazioni offensive per cercare di raggiungere la promozione.
Rosanero 3° in classifica con 1 sola sconfitta e troppi pareggi all’attivo.
Palermo che incontrerà al Barbera l’Entella, squadra che ha racimolato 1 solo punto in tre partite, che subisce sempre gol in trasferta, ma che ha anche trovato continuità in fase realizzativa.
Partita tosta per il Palermo che spesso ha mancato l’appuntamento con la vittoria e la prestazione decisiva per affermare la propria superiorità sulle contendenti.

 

  •   
  •  
  •  
  •