Livorno-Pisa derby del cuore, ma niente tifo organizzato dalla curva nerazzurra

Pubblicato il autore: Al Rey Segui
Livorno-Pisa derby del cuore, Protti: grazie agli ultras nerazzurri

Foto Dischi CORSI

Livorno-Pisa lunedì 2 ottobre ore 20:30 stadio Armando Picchi con le vecchie glorie del calcio per devolvere il ricavato alle famiglie colpite dall’alluvione: ecco chi scenderà in campo

Lunedì 2 ottobre 2017 alle ore 20:30 allo stadio dell’Ardenza Armando Picchi andrà in scena il derby del cuore tra le due storiche rivali Livorno-Pisa. È una delle numerose iniziative organizzate dall’associazione AiutiamoLI, messa insieme dai fratelli Chiellini per aiutare la città devastata da una pioggia torrenziale che ha fatto esondare i rii e invadere tutto da un fiume di acqua, fango e detriti devastante. Nella tragedia sono morte nove persone e tantissime famiglie hanno perso tutto; per fortuna gli aiuti dalla Regione e dal Governo non si sono fatti attendere, ma la ricostruzione sarà lunga con migliaia di volontari all’opera compresi gli ultras del Pisa che hanno voluto dare una mano ai cugini rivali di Livorno.

Igor Protti: grazie agli ultras nerazzurri

Ieri mattina è stato presentato al palazzo Gambacorti il derby del cuore alla presenza del vice sindaco Paolo Ghezzi, il presidente del Pisa Giuseppe Corrado e molte altre autorità, tra cui l’assessore allo sport Andrea Morini e il Club Manager Igor Protti, ex stella del rettangolo verde che naturalmente lunedì sera scenderà in campo. Sono state queste le sue parole da quello che si può leggere sul sito ufficiale dell’Associazione Calcio Pisa 1909: ”Siamo qui per chiedere a tutti di partecipare a questo evento e per ringraziare la città di Pisa, la società nerazzurra, i tifosi nerazzurri e soprattutto gli Ultras per la vicinanza dimostrata in questi giorni per noi così difficili”.

Livorno-Pisa prezzi e chi scenderà in campo

Il presidente del Pisa Giuseppe Corrado era accompagnato dal selezionatore tecnico Luca Giannini ed ha ribadito che il derby Livorno-Pisa sarà un’occasione perfetta per aiutare chi ha bisogno in un momento così difficile ma anche per lanciare un messaggio importante sotto tutti gli aspetti. Nel Livorno saranno presenti pezzi di storia del passato come ”Amelia, Galante, Balleri, Ruotolo, Stringara, Bonaldi, Bagnoli, Volandri, Montano, Allegri e Protti” mentre tra i giocatori del Pisa non mancheranno ”Mannini, Birindelli, Raimondi, Taccola, Balestri, Masi, Ipsaro, Garuti, Di Petrillo, Andreotti, Amoroso, Di Prete, Cavallo, Malasoma, Cecconi e Savoldi”. I prezzi dei biglietti saranno popolari:

  • CURVE NORD-OSPITI: 10 euro.
  • GRADINATA “Morosini”: 16 euro.
  • TRIBUNA: 25 euro.
  • TRIBUNA CENTRALE: 50 euro.
  • TRIBUNA VIP: 100 euro.
  • RIDOTTO UNDER 14: 5 euro.
Leggi anche:  Auriemma: "Cuadrado guarito dal Covid e migliore in campo contro il Napoli? La sua cura potrebbe salvare la popolazione mondiale" (VIDEO)

Livorno-Pisa derby ma solo per beneficenza

La partita che si giocherà stasera all’Armando Picchi è esclusivamente a scopo benefico e non ha nulla a che fare con la storica rivalità tra le due tifoserie pisane e livornesi, che si scontreranno realmente in campionato alla fine di novembre. Probabilmente anche una parte degli incassi delle gare ufficiali andranno a favore degli alluvionati e sicuramente il tifo organizzato si farà sentire da ambo le parti, ma nel derby del cuore non accadrà, almeno da parte nerazzurra; il campanilismo c’è e ci sarà sempre, ma di fronte alle tragedie anche gli ultras pisani si sono rimboccati le maniche per dare una mano ai cugini livornesi. Livorno-Pisa che si giocherà stasera con le vecchie glorie che hanno segnato la storia delle due squadre non avrà il supporto dei gruppi organizzati pisani, qualunque tifoso che vorrà andare a Livorno lo farà di propria volontà e non vi sarà nessun coro, striscione o altra forma di tifo organizzato da parte dei tifosi del Pisa. I gruppi organizzati della curva Nord lo hanno fatto sapere tramite un comunicato ufficiale diffuso su tutti i media, nel quale si sottolinea la solita polemica contro la Tessera del tifoso.

Leggi anche:  Insigne cerca il 100° gol in azzurro ma sbaglia quello più importante

Il comunicato ufficiale dei tifosi pisani

”Non serve rimarcare ulteriormente che di fronte a queste disgrazie debbano essere accantonati tutti i campanilismi e si debba fare tutto il possibile per dare una mano: pertanto invitiamo chiunque volesse partecipare all’evento a recarsi a Livorno, ricordandosi però che la sola motivazione è quella di appoggiare il significato dell’iniziativa e che appunto si tratta di “un derby del cuore” che niente ha a che vedere con “IL DERBY”.
Premesso ciò, vogliamo informare che lunedì sera non ci sarà alcuna presenza del tifo organizzato pisano: chi di noi si recherà a Livorno lo farà a titolo puramente personale. Quindi nessuno si aspetti di vedere gli striscioni, i simboli e di sentire i soliti cori mandati dalla Curva perché NON ci saranno.
Ci auguriamo tutti che la prossima volta che torneremo a Livorno lo faremo perché la trasferta di campionato sarà libera anche per NOI NON TESSERATI, solo cosi come Gruppi organizzati della NORD potremo fare veramente ritorno sui gradoni dell’Ardenza.
I Gruppi della Curva Nord Maurizio Alberti”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,